Analisi Giornaliera Valute Forex 22 maggio 2013 e Previsioni

Pubblicato da: MatteoT - il: 22-05-2013 9:02

Questa analisi giornaliera delle Valute Forex per il 22 maggio 2013 non può che partire da un’affermazione: il mercato è sicuramente incerto ed in cerca di correlazioni. Almeno per quanto visto ieri, dove sono emersi dei tentativi di prese di profitto soprattutto verso il dollaro americano dopo la recente prova di forza. I livelli di supporto, tuttavia, hanno riparato bene da down-trend ed il rimbalzo è stato minimo. Sono molti i cambi, infatti, che alla fine della seduta di ieri presentavano importanti doji.

Debito pubblico

Il dollaro americano, dopo una mattinata passata a salire in maniera ordinata, soprattutto dopo il dato sull’inflazione inglese, è tornato a scendere nel pomeriggio anche qui, senza rompere nessun livello di attenzione. Siamo dunque in pausa di riflessione con dei livelli abbastanza precisi da curare, tenendo conto che le volatilità implicite prezzate sul mercato delle opzioni rimangono ancora abbastanza sostenute, come mostrato nel grafico qui sotto.

Ieri ci sono stati importanti dati macroeconomici ed il mercato ha reagito in modo molto naturale ed ovvio alle pubblicazioni. Prendiamo ad esempio la sterlina inglese, che ha reagito con molta volatilità alla pubblicazione del CPI, peggiore delle aspettative: 2,6% contro il reale 2,4% sul precedente 2,8%. Questo dato, di fatto, apre la strada ad una crescita potenziale dei sostenitori dell’aumento del Quantitative Easing, necessario per dare slancio e linfa vitale alla ripresa economica del Paese.

Di fronte a questa evidenza il cable non ha esitato a muoversi a ribasso, rompendo i supporti di breve periodo e facendosi seguire anche dall’euro e dal dollaro australiano, le tre monete più deboli delle ultime due settimane. La reattività, quindi, è stata molto buona e “positiva”.

Veniamo ad oggi: la BoJ ha deciso di mantenere invariati i tassi di interesse ed ha confermato completamente l’intenzione di continuare sulla strada del Quantitative e del Qualitative Easing, spingendo al rialzo il Nikkei 225, che nella nottata da poco finita ha messo a segno nuovi massimi. Il prossimo appuntamento è previsto per questa sera, quando la Federal Reserve andrà a pubblicare le proprie minute.

EUR/USD: partiamo questa analisi giornaliera delle Valute Forex per il 22 maggio 2013 con l’euro/dollaro americano. Il movimento correttivo dell’euro, dopo i ribassi della scorsa settimana, continua ed i livelli individuati nei giorni scorsi funzionano ancora molto bene. 1,2935 come resistenza ed 1,2840 come supporto sono i due punti chiave su cui lavorare. Le medie sono incrociate in area 1,2900: difficile da valutare l’andamento della principale major del Forex, meglio attendere il discorso della Fed in serata.

USD/JPY: il triangolo che si è formato pochi giorni fa sul cambio si sta stringendo sempre di più e presto si potrebbe assistere ad un importante e deciso breakout. Da tenere d’occhio sono 102,00 e 102,90 che possono essere facilmente raggiunti in caso di rottura del triangolo. Al ribasso il target è 101,80, mentre al rialzo si potrebbe arrivare anche fino a 103,30. Una discesa sotto 101.80 è da attendere soltanto in caso di rottura dei supporti sulle borse americane.

EUR/JPY: ultimamente questo cross valutario sta diventando sempre più laterale e sempre più difficile da gestire. Non è lavorabile, se non quando riuscirà ad arrivare a 132,75 o 132,00. Solamente lì si potrà valutare spunti rialzisti nel primo caso e ribassisti nel secondo.

GBP/USD: una parte del movimento del cable l’abbiamo già descritta nelle prime righe di questa analisi. Il dato sull’inflazione, come abbiamo visto, ha contribuito a spingere al ribasso la sterlina, ma il movimento vede ora la media mobile a 21 periodi oraria come resistenza dinamica. Torniamo long sopra 1,5190 con target a 1,5220.

AUD/USD: la price action dell’aussie è abbastanza chiara. Nessun segnale long visto che 0,9850 non è stato rotto, ma importante segnale short con rottura di 0,9790 e target a 0,9759. Ora siamo all’interno di un rettangolo; lavoriamo in laterale con lo stocastico per definire i punti di ingresso.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com