L’analisi di Pimco: le parole di Bill Gross

Pubblicato da: MatteoT - il: 09-06-2013 11:00 Aggiornato il: 07-06-2013 10:17

Molto interessante, come sempre, l’Investment Outlook di uno dei maggiori player mondiali del risparmio gestito: Pimco.

Forex 1

Bill Gross

Nell’ultimo report, il CIO Bill Gross, presenta un’interessante analogia fra i problemi cardiaci e vascolari che possono debilitare il corpo umano e l’attuale situazione economica. Egli paragona il rendimento delle attività finanziarie ( definito carry nel documento originale ) all’ossigeno pompato dal cuore nel sangue. Questo rendimento è fortemente collegato all’economia reale e senza di esso l’intero corpo sarebbe destinato a perire in poco tempo.

Il punto centrale del ragionamento è che nel momento in cui la politica monetaria è globalmente incentrata su tassi vicino allo zero e grandi quantità di QE, allora il sangue che viene pompato nel sistema è privo del necessario ossigeno, indispensabile per mettere in moto gli investimenti.

Il mondo a tassi zero assomiglia ad un paziente malato di leucemia per il quale si cerca disperatamente una cura che possa aumentare i globuli rossi in circolazione.

Al giorno d’oggi, i tassi di interesse, gli spread sul credito, la volatilità ed il premio alla liquidità risultano essere nettamente più bassi rispetto a cinque anni fa. Prima del 2009, gli Stati Uniti non avevano mai visto tassi nominali a 0 ed in Inghilterra la media storica é sempre stata di almeno 2 punti percentuali superiore.

Mai la Banca d’Inghilterra aveva abbassato i tassi sotto il 2%, per ben tre secoli. Anche high yield e corporate yield non sono mai stati così bassi, nonostante, prima della crisi, i credit spread fossero ridotti al lumicino.

Oggi una doppia B, al di sotto quindi dell’investment grade, può emettere debito a tassi inferiori al 5%. Davvero un margine esiguo per qualsiasi investitore.

Secondo Bill Gross, l’esiguità di questi yield comporta un basso incentivo a prendere rischi da parte degli investitori. Benché questi ultimi siano invogliati a convertire parte del proprio risparmio in azioni, approfittando di dividend yield quantomeno in linea con la media storica, la percentuale di risparmio influenzata da questa scelta è minima, a causa della segmentazione demografica del mercato.

Ne consegue che:
1) Gli investitori ricevono rendimenti molto limitati da riinvestire in consumi e crescita economica
2) Il settore finanziario é destinato a ridurre i propri costi, prevalentemente personale distruggendo così migliaia di posti di lavoro ed andando a danneggiare lo stesso mercato immobiliare
3) Società sub-ottimali dal punto di vista reddituale sono incentivate a sopravvivere.
4) Le società private sono disincentivate ad investire in R&D
In sostanza: i tassi bassi producono effetti negativi sull’economia reale.

Dove sbaglia, se sbaglia, Bill Gross?

I tassi bassi non sono la causa dell’anemia generale ma ne sono la conseguenza. Nel ragionamento sommariamente descritto, si considera la politica monetaria del tutto indipendente da fattori esterni ma la rappresentazione che ne esce è troppo semplicistica. I tassi nominali sono bassi perché l’inflazione è ancora sorprendentemente bassa. La trappola della liquidità ( la descrizione di Pimco non è altro che la rappresentazione che Keynes faceva del suo mondo quasi cent’anni fa ) nella quale siamo incatenati oggi ha la sua origine in una inadeguatezza della crescita economica globale. La speranza che si possano di nuovo rivedere tassi di crescita del 3 o del 4% negli Stati Uniti è del tutto malriposta. Sono numeri fuori dalla portata dell’uomo e sono stati realizzati solo con l’ausilio di una leva finanziaria priva di ogni ragionevolezza. Per anni abbiamo avuto un’economia piena di steroidi ed oggi si sta cercando di ripompare lo stesso doping nel tentativo velleitario di ottenere le stesse prestazioni viste negli anni ’90.

Togliere gli anabolizzanti non migliorerebbe il problema. L’economia ha una sua struttura che non può essere modificata da artifici monetari, che siano tassi vicini allo 0 o al 5%.

Se Apple non investe la sua immensa cassa, accumulata negli ultimi anni, non dipende dai tassi della Banca Centrale, ma dalla mancanza di investimenti redditizi e i Fed Funds al 3% non migliorerebbero certo la situazione. Tutt’altro.

Fonte: mondoforex.com

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com