Analisi Giornaliera Valute Forex 25 giugno 2013 e previsioni

Pubblicato da: MatteoT - il: 25-06-2013 9:15 Aggiornato il: 04-11-2013 13:40

Attenzione ai breakout. Verrebbe da sintetizzare così ciò che potrebbe avvenire nella seduta odierna in Borsa e nel mercato valutario. Ieri i listini hanno chiuso tutti con il segno rosso, nel Vecchio Continente così come in America ed in Asia. L’unico dato macroeconomico della giornata, l’Ifo tedesco, si è rivelato migliore del mese passato, ma al di sotto delle attese ed ha sollevato, solo di poco, una giornata che da subito ha assunto le tinte rosse.

analisi tecnica 2

Oggi, invece, i market mover saranno americani: alle 14.30 ora italiana verranno pubblicati gli ordini di beni durevoli. Le attese sono al 3% contro un dato precedente al 3,50%. Alle 16.00, ora italiana, sarà la volta della fiducia dei consumatori made in Usa: attese per 75,1 contro un precedente dato di 76,2.

Saranno queste due le release che garantiranno la volatilità in questa giornata, soprattutto dopo che ieri i cambi hanno vissuto una giornata molto tranquilla ad eccezione dello yen giapponese, capace di rivalutarsi e di apprezzarsi sia contro il dollaro americano che contro l’euro.

Dal punto di vista delle aspettative di mercato, nulla è cambiato da quello che abbiamo definito il post Fed e gli investitori rimangono orientati verso la potenziale limatura del QE a stelle e strisce, vero e proprio spauracchio in grado di aver fatto compiere correzioni significative sia a livello di indici, sia a livello di materie prime (con l’esclusione dell’oro, che quando corregge si muove verso l’alto – leggasi si trova in un trend discendente ben definito, che potrebbe portare alla visitazione di nuovi minimi di periodo).

Un appunto lo merita il mercato obbligazionario: i rendimenti dei 10 anni Usa sono al 2,50% e, verosimilmente, questi potrebbero anche continuare a salire nel momento in cui le borse dovessero approfondire il down-trend iniziato pochi giorni fa. Le condizioni affinchè questo avvenga ora si sono create, curiamo con attenzione il livello di 1,600.00 sullo S&P500, che potrebbe fornire delle ottime resistenze.

Analisi Giornaliera Valute Forex

EUR/USD: iniziamo anche quest’oggi dalla major assoluta del Forex. La moneta unica europea, tecnicamente, sta continuano a muoversi in orizzontale e, ieri, non ha fornito alcuno spunto operativo interessante. L’area da tenere in considerazione come resistenza è quella che passa tra 1,3140 e 1,3165. Una sua rottura potrebbe portare l’euro fino a 1,3200 prima e 1,3250 poi. Come supporto occhio a 1,3100 che potrebbe condurre, in poco tempo, addirittura a 1,2970.

USD/JPY: ci troviamo di fronte ad un andamento laterale di poco decrescente. I supporti principali sono posizionati a 96,90 ed una rottura al ribasso di quest’area potrebbe portare la major a 96,20 prima e 95,75 poi. Se i supporti tengono, invece, il cambio potrebbe trovare la forza necessaria per tornare al di sopra di 98,00.

EUR/JPY: rispetto al cambio precedente, il cross euro/yen mostra un canale ribassista decisamente più evidente sul grafico orario. Lo stocastico sta descrivendo molto bene l’andamento dei prezzi e potrebbe fornire interessanti opportunità di operatività in fasi di range. Al ribasso potremmo anche arrivare oltre gli ultimi minimi, in area 126,90. In caso di rialzi, invece, il primo target è rappresentato dalla trendline decrescente che descrive il canale all’interno del quale i prezzi si stanno muovendo.

GBP/USD: lateralità notturna per il cable in seguito alla salita mostrata ieri. E’ possibile lavorare sulla rottura di questa congestione individuando l’area che passa tra 1,5470 e 1,5500 come resistenza. Se dovesse avvenire il superamento di 1,5470 potremmo arrivare anche fino alle ultime resistenze e partire rialzi sostenuti fino 1,5575. In caso di tenuta delle resistenze, a step potremmo raggiungere i minimi di ieri pomeriggio in area 1.5400 ed in estensione 1.5340.

AUD/USD: chiudiamo con l’aussie che, così come molte altre major collegate al dollaro americano, ha vissuto una lateralità importante nella giornata di ieri. Attenzione, anche in questo caso, all’oscillatore stocastico. I livelli da tenere sotto osservazione sono 0,9315 per target rialzisti a 0,9400 e 0,9190 per obiettivi ribassisti fino a 0,9140.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com