Analisi Giornaliera Valute Forex 17 luglio 2013 e previsioni

Pubblicato da: MatteoT - il: 17-07-2013 10:06

Bernake

Siamo arrivati al grande giorno. Quella odierna è, senza dubbio, la seduta più attesa per questa settimana. Alle 16 ore italiana tutti gli occhi del mondo finanziario saranno rivolti all’America, quando il numero uno della Federal Reserve terrà l’audizione semestrale davanti al Congresso Usa ed anticiperà la pubblicazione del Beige Book, in programma per le 20 italiane di questa sera.

Dopo il meeting del FOMC del 19 Giugno che ben ricordiamo tutti e il formale “dietrofront” di una settimana fa, il mercato è di nuovo in attesa di quanto proferirà il banchiere centrale in materia naturalmente di politica monetaria con riferimento a tassi di interesse e Quantitative Easing.

La revisione sulle condizioni economiche degli Stati Uniti è prevista in positivo nonostante il tasso di disoccupazione al 7,6% rimane ancora troppo alto e l’inflazione è decisamente al di sotto dell’obiettivo al 2%. Le basi per una prosecuzione degli stimoli monetari, quindi, ci sono visto che la Federal Reserve si è sempre dichiarata pronta a rispondere ai dati macro economici in arrivo.

Bernanke verosimilmente sottolineerà che la politica monetaria accomodante, dal punto di vista dei tassi ovviamente, potrà perdurare anche su un eventuale tapering dell’attuale piano di acquisti di asset per 85 miliardi di dollari al mese nel tempo stimato di metà 2014; dunque a farla da padrone saranno proprio i target di disoccupazione al 6,5% e quello di inflazione al 2%, conditio sine qua non per assistere a possibili ritocchi al rialzo dei tassi d’interesse.

Ma tutto questo come potrebbe riflettersi sui mercati? La risposta a questa domanda è ciò che interessa a noi trader. I flussi di liquidità modesti delle scorse giornate hanno ignorato i dati macro e si sono concentrati su delle riduzioni dei posizionamenti in acquisto di dollari degli ultimi giorni.

La preoccupazione su quanto avverrà oggi è che i mercati potrebbero risultare incerti e timorosi sulla questione pe la quale la FED potrebbe mettere in guardia circa il fatto che potrebbe frenare il rialzo dei tassi sull’obbligazionario, suggerendo che il rischio dal lato Fed sia quello appunto di rialzi ulteriori dei tassi e del dollaro, con effetti appunto mitigati dal punto di vista di apprezzamenti del greenback.

Analisi Giornaliera Valute Forex 17 luglio 2013

EUR/USD: i tentativi di rottura rialzista di 1,3120 e 1,3150 sono stati molto timidi e non hanno condotto oltre il livello chiave posto in area 1,3200. Sul grafico orario vediamo una bandiera rialzista che sta testando la EMA a 21 periodi, che potrebbe fungere da supporto per eventuali ripartenze verso il precedente massimo. Al contrario, un breakdown della media mobile potrebbe spingere i prezzi a 1,3090 prima e 1,3000 poi.

USD/JPY: siamo sempre nel canale rialzista che descriviamo da diversi giorni. Anche ieri la formazione grafica si è conferma valida. Come operare? Su break delle due soglie: cedimenti del supporto dinamico potrebbe portare a shortate fino 98,70 e 98,25. Long sopra 99,30 con obiettivi a 99,90 e 100,50 in estensione.

EUR/JPY: il cross mostra una price action decisamente confusa. Il canale rialzista c’è anche qui, come nel cambio precedente, ma la fascia non offre un buon rapporto risk reward. Stiamo short al di sotto di 130 con obiettivi a 129,40 prima e 129,00 poi. Per spunti long attendere una rottura di 130,80, l’obiettivo principale sarà 131,40.

GBP/USD: il cable, oggi, non offre spunti tecnici particolarmente interessanti. La figura di riferimento, anche in questo caso, è un canale rialzista con supporto dinamico attorno a 1,5080 e resistenza dinamica su 1,5175. Al rialzo possibili estensioni fino 1,5225, mentre al ribasso target a 1,5030.

AUD/USD: al momento troviamo in formazione una bandiera rialzista sul grafico orario con un test della EMA a 21 periodi. Il superamento della media mobile stessa potrebbe portare, se accompagnata da breakout di 0,92, a 0,9150.

XAU/USD: la price action dell’oro è molto contenuta, ma tecnica. Raccomandiamo una operatività tramite breakout: al rialzo sopra 1.302 dollari l’oncia per movimenti estesi fino a 1.337; al ribasso attenzione a 1.267 con target a 1.245.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com