Valentino acquistata dal Qatar per 700 milioni di euro

Pubblicato da: MatteoT - il: 14-07-2012 14:33

Conosci il Social Trading eToro ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare le loro operazioni di trading. Conto demo Gratuito da 100.000€ Clicca qui

Conosci il Social Trading eToro ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare le loro operazioni di trading. Conto demo Gratuito da 100.000€ Clicca qui

Un altro pezzo di Italia lascia il Belpaese direzione Qatar; Permira, infatti, ha raggiunto un accordo con Mayhoola for investments “società partecipata da un primario investitore del Qatar” per la cessione di Valentino alla cifra, strabiliante, di 700 milioni di euro. Si tratta di una valutazione di 20 volte l’ebitda.

Mayhoola, attraverso l’acquisizione della maison, acquisisce il controllo di Valentino spa e della licenza M Missoni; Marbloro Classics, altro marchio della società, è stato separato da questa operazione e resterà sulle spalle di Red & Black (Permira).

Valentino va così a rafforzare la presenza dell’emirato mediorientale nel settore dell’alto di gamma, un interesse, quello della famiglia reale, già sancito dall’acquisizione dei grandi magazzini di lusso londinesi Harrod’s, e da partecipazioni di grande prestigio, come quelle nel colosso americano dei gioielli Tiffany e nella conglomerata francese del lusso Lvmh.

“Valentino – ha sottolineato un rappresentante della Mayhoola – è da sempre un marchio di grande fascino e di indiscusso posizionamento. Siamo rimasti colpiti dal lavoro fatto in questi anni dai direttori creativi Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli e da tutto il management team guidato da Stefano Sassi. La loro capacità di coniugare l’estetica e i valori definiti dal fondatore Valentino Garavani con una visione contemporanea e sofisticata ha reso il marchio estremamente attuale e con un grande potenziale di sviluppo“.

“Il nostro obiettivo – ha aggiunto la società del Qatar – è supportare il management per raggiungere una piena valorizzazione delle prospettive di questo magnifico marchio. Crediamo che Valentino sia la base di partenza ideale per creare una più ampia presenza nel settore del lusso”.

Siamo molto soddisfatti di questa operazione – ha affermato l’amministratore delegato di Valentino, Stefano Sassi – e negli ultimi anni, nonostante il mercato del lusso presentasse momenti altalenanti, l’azienda ha sempre operato con grande intensità e con un orientamento di lungo termine, finalizzato a cogliere a pieno le grandi potenzialità del marchio”.

“Il lavoro svolto – ha evidenziato Sassi – ha portato a una sensibile crescita del fatturato, pari a circa il 60% tra il 2009 e il 2012. L’attuale positiva evoluzione di Valentino potrà essere ulteriormente accelerata con il contributo del nuovo azionista“.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.