La Cina rallenta, le Borse chiudono in rosso

Pubblicato da: MatteoT - il: 10-08-2012 21:40

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

A luglio 2012 il surplus commerciale della Cina è calato a 25,1 miliardi di dollari rispetto i 31,7 di giugno; questo risultato è ben al di sotto delle attese degli analisti che prevedevano un avanzo di 35,2 miliardi di dollari.

Le esportazioni sono aumentate solo dell’1% rispetto a un anno fa, dopo il +11,3% di giugno e al di sotto delle attese di un +8,7%. Deboli anche le esportazioni, in aumento del 4,7% contro il +6,3% di giugno e le stime degli analisti di un +7,2%.

Questi segnali preoccupano gli investitori sia in Asia che in Europa. Nel continente asiatico si chiude il rally borsistico degli ultimi quattro giorni, mentre nel Vecchio Continente quella odierna è stata una giornata contraddistinta dal segno negativo.

Milano chiude con – 0,70%, soprattutto per colpa del bancario, Londra ha chiuso sulla parità, Francoforte ha ceduto lo 0,29% e Parigi lo 0,61%. Seduta debole per i listini Usa alla chisura delle piazze del Vecchio Continente: il Dow Jones e lo S&P 500 perdono lo 0,2%, mentre il Nasdaq (-0,4%) fa peggio.

Lo spread Btp/bund è intorno ai 450 punti rispetto con il rendimento del decennale al 5,86%. La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi in calo dello 0,97%, a ridosso dei minimi intraday, scontando la delusione sull’export della Cina, cresciuto di appena l’1% su base annua a fronte dell’11,3% di giugno, rilanciando i timori di un possibile atterraggio ‘ruvido’ della seconda economia del pianeta.

Lieve calo anche per l’euro che passa di mano a 1,2273 dollari contro gli 1,2298 della serata di ieri. In calo anche il petrolio a New York, dove le quotazioni perdono l’1,2% a 92,23 dollari al barile.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.