Mercato dell’auto: altro crollo delle vendite in Europa

Pubblicato da: MatteoT - il: 16-10-2012 22:56

La crisi del mercato dell’auto non si placa e, per la dodicesima volta, le vendite di automobili in Europa subiscono una frenata. Questa volta, nel mese di settembre 2012, il rallentamento occupa ben due cifre.

Il mese scorso, secondo quanto riferito dall’Acea, le immatricolazioni nei 27 Paesi Ue più quelli dell’Efta hanno subito una decrescita dell’11%, fermandosi a 1.132.034 unità, contro le 1.271.339 registrate un anno fa. Ad agosto le vendite di nuove auto erano scese dell’8,5%. Nei primi 9 mesi del 2012 il calo è stato del 7,2% a 9.724.423 unità.

Nel mese di settembre Fiat Group Automobiles ha immatricolato in Europa (Ue a 27 più i Paesi Efta) 66.991 unità, in calo del 18,5% rispetto alle 82.209 di un anno fa. Ad agosto il calo del gruppo torinese si era attestato al 17,7%. Nei primi 9 mesi dell’anno Fiat Group Automobiles ha venduto in Europa 623.791 vetture, in flessione del 16,8% rispetto alle 749.920 unità stesso periodo del 2011.

A Settembre Fiat Group Automobiles ha segnato in Europa (27 Paesi Ue più quelli Efta) una quota di mercato del 5,9%, in calo rispetto al 6,5% di un anno fa. Ad agosto la quota del Lingotto era al 5,2%. Nei primi nove mesi del 2012 il gruppo torinese ha registrato in Europa una quota del 6,4%, in flessione rispetto al 7,2% segnato nello stesso periodo del 2011.

Le vendite del gruppo Fiat in Europa a settembre sono state “penalizzate dal pessimo risultato del mercato in Italia (-25,7%)”. Così in una nota il Lingotto spiega il forte calo subito il mese scorso. Tra i cinque principali mercati dell’auto in Europa quelli che a settembre hanno registrato il tonfo più accentuato delle vendite sono Italia (-25,7%) e Spagna (-36,8%), rispettivamente con 109.178 e 35.146 nuove immatricolazioni.

Continua anche a settembre la flessione in Germania e Francia, ma più accentuata rispetto all’estate. In Germania le vendite di nuove auto scendono del 10,9% a 250.082 unità ed in Francia il calo è del 17,9% a 137.536 unità. Unico tra i principali mercati in controtendenza è la Gran Bretagna che a settembre mette a segno un progresso dell’8,2% (a 359.612 unità).

Nell’intera area europea, invece, fanalino di coda è la Grecia che a settembre subisce il calo più accentuato del mercato (-48,5%), mentre il progresso maggiore lo mette a segno l’Islanda (+66,1%), seguita dalla Slovacchia (+46,6%).

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di Trading Voto Recensione Sito Web
eToro
eToro Opinioni Conto demo
Markets
Markets Opinioni Conto demo
24Option
24Option Opinioni Conto demo
ITRADER
ITRADER Opinioni Conto demo
XTB
XTB Opinioni Conto demo
* Your capital is at risk (CFD service)

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com