Le banche corrono in Borsa, i depositi calano bruscamente

Pubblicato da: MatteoT - il: 30-11-2012 22:58

Nella giornata di ieri è stato il comparto bancario a trascinare al rialzo tutti gli indici europei chiudendo al + 2,89%, dopo aver sfiorato rialzi medi di oltre il 4%. E’ questa, a nostro avviso, l’ennesima dimostrazione di come i mercati si comportino distonicamente dalla realtà.

I dati del comparto bancario, infatti, parlano chiaro: nel mese di ottobre 2012 le banche italiane hanno visto calare di 26,4 miliardi di euro i depositi, che si sono attestati a 1.441 miliardi di euro. Solamente a settembre gli istituti di credito si erano illusi, complice un aumento di 30 miliardi di euro.

Insomma: i capitali escono dall’Italia e, con loro, cala anche l’appeal sul mercato internazionale del nostro Paese. Gli interventi nel comparto borsistico, comunque, sono evidenti: i rendimenti sui titoli a dieci anni italiani sono tornati nuovamente sui minimi del 2010 ed anche lo spread, nella giornata di ieri, ha messo a segno un bel risultato tornando al di sotto dei 310 punti base, livello che non si vedeva da marzo 2012.

Tornando alle banche, va detto che sono generalmente toniche in tutta Europa, ma il rialzo e’ assolutamente impressionante se si tiene conto della “big picture”, come direbbero in inglese per idetinficare il quadro completo della storia. I titoli sono trainati da Popolare Emilia, forte di un rialzo di almeno il +4%.

La fuga di capitali ha sorpreso persino gli analisti piu’ pessimisti: E’ “un tracollo difficilmente spiegabile”, ha fatto notare a Linkiesta un analista di Société Générale. In effetti, come sottolinea Fabrizio Goria nell’articolo, “26 miliardi e mezzo di euro sono tanti”. E non si spiega come mai i grandi media oggi non ne parlino, preferendo dare spazio all’esito positivo dell’asta di Btp a medio termine.

Oggi si tira un sospiro di sollievo per l’andamento dei titoli di stato, ma resta il fatto che le banche hanno problemi a rifinanziarsi e con ogni probabilità l’Italia non riuscirà a centrare gli obiettivi di rientro di bilancio.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com