Quinto anno di crisi per Atene, ma la Borsa è la migliore d’Europa

Pubblicato da: MatteoT - il: 31-12-2012 12:00 Aggiornato il: 30-12-2012 21:32

Mentre ad Atene scoppiava ed imperversava la protesta di piazza, qualcuno cominciava a fare affari mettendosi a comprare titoli di ogni sorta sulla Borsa elennica. Stiamo parlando dei grandi speculatori internazionali che, dal giugno 2012 ad oggi, hanno fatto raddoppiare di valore la borsa greca.

L’indice generale del listino, infatti, è passato dal valere meno di 500 punti agli attuali 901, dato di chiusura del 2012. Altro che il prevedibile primato messo a segno da Francoforte, con un rialzo del 30% nel 2012, o il progresso del 15% della Borsa di Parigi, o il modesto 6% del Ftse-100 di Londra.

Atene è tra le piazze europee ad avere messo a segno una delle migliori performance: balzo, nel 2012, del 34%. Un paradosso? Non proprio, anzi. Il paracadute degli aiuti, aperto dopo estenuanti trattative con il paese, è stato il propellente al ritorno di investimenti in Grecia.

E’ sufficiente guardare i titoli più comprati. Se va dalla compagnia telefonica pubblica Hellenic Telecom (+ 144% negli ultimi sei mesi), alla compagnia elettrica Public Power (+ 154% da giugno 2012), fino alla società del Porto del Pireo (+ 97% nel 2012).

Positivissimi anche i ritorni dei bistrattati titoli di Stato; il decennale greco, che era precipitato ad un prezzo di 2012 ad inizio 2012, in virtù del buyback delle scorse settimane è tornato a 48. Un capital gain di tutto rispetto: + 148%.

X
Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.