Fiat acquista il 3,3% di Chrysler

Pubblicato da: MatteoT - il: 04-01-2013 18:41

Fiat continua nella sua strategia di internazionalizzazione grazie all’operato di Sergio Marchionne che, nella giornata di oggi, ha annunciato di aver comunicato a Veba – il trust amministrato dal sindacato dei lavoratori della Chrysler – la volontà di esercitare l’opzione di acquisto della seconda tranche della partecipazione detenuta da Veba in Chrysler, pari al 3,3% dell’intero capitale dell’azienda automobilistica americana.

La mossa è propedeutica alla fusione tra Fiat Auto e Chrysler, un’operazione che porterà notevoli benefici finanziari e fiscali per il gruppo, alla stregua di quanto già avvenuto con la divsione di camion e macchine agricole.

Fiat pagherà un prezzo di esercizio determinato secondo accordo tra le parti interessate, sulla base di un multiplo di mercato, applicato all’Ebitda di Chrysler degli ultimi quattro trimestri, meno il debito industriale netto.

Questo importo deve essere ridotto in base all’accordo di un ammontare pari al “contingent value rights settlement price” (che non può essere inferiore al 10% o superiore al 20% del prezzo di esercizio dell’opzione).

Secondo il calcolo di Fiat, l’importo netto da pagare per l’acquisto di questa seconda tranche della partecipazione di veba in chrysler è pari a 198 milioni di dollari. Con l’acquisto, Fiat salirà quindi al 65,17%. Il 3 luglio 2012 Fiat aveva già esercitato l’opzione per l’acquisto di una prima tranche pari sempre al 3,3% e si era portata al 61,8%.

Ma sul valore del prezzo era partita una disputa con i sindacati e una sentenza dovrebbe arrivare nei prossimi mesi dalla Chanchery court del Delaware del prezzo da pagare per tale partecipazione.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
eToro
eToro OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
ITRADER
ITRADER OpinioniConto demo
DUKASCOPY EUROPE
DUKASCOPY EUROPE OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com