Italia: occhio al nuovo allarme spread

Pubblicato da: MatteoT - il: 10-02-2013 11:00 Aggiornato il: 08-02-2013 15:32

L’incubo spread per l’Italia potrebbe non essere terminato. Il balzo all’indietro fatto segnare dal nostro indice durante la settimana conclusasi venerdì è stato legato, dai più, alla vicenda Mps ed Eni.

Rischio spread Italia

In realtà, almeno secondo quanto affermato dai giornali stranieri, un ruolo cruciale l’avrebbe giocato l’incertezza politica, diretta conseguente dell’annuncio di Berlusconi di restituire l’Imu e di una corsa elettorale che vede, ora, un maggior equilibrio rispetto alla netta supremazia del centro sinistra in vigore fino a qualche settimana fa.

La finanza, fino a pochi giorni fa, si era cullata nel sogno di un esito elettorale italiano praticamente scontato. Vittoria del Pd con Bersani premier ed, eventualmente, ruolo da comprimario per l’ex tecnico Mario Monti, sempre più apprezzato e ritenuto affidabile in Europa. Il vento, però, è cambiato e gli ultimi sondaggi pubblicati l’hanno testimoniato: balzo in avanti di Grillo, rimonta quasi completata di Berlusconi e perdita di appeal per Bersani e Monti.

Jp Morgan, importante banca d’affari statunitense, non ha usato mezzi termini per spiegare la situazione che si è venuta a creare in Italia: “La nostra opinione resta la stessa di un mese fa: a vincere le elezioni sarà il centro-sinistra, al limite alleandosi con Monti”, ha messo le mani avanti in un report stampato giovedì. Detto questo, però, ha avanzato per la prima volta la domanda (per ora senza risposta) che tiene con il fiato sospeso i mercati: “Cosa succederebbe se vincesse Berlusconi?”.

La risposta della banca Usa è chiara. Punto primo: “Qualsiasi scenario che veda uscire dalle urne un successo del Cavaliere non è positivo per l’Europa”. Punto secondo: i possibili sviluppi – per la politica e la finanza – sono due: “Lo scenario peggiore, quello che i policy makers europei stanno lavorando per evitare, è una vittoria del centrodestra gestita male”, scrive Jp Morgan.

In quel caso – vaticina – i mercati “metterebbero sotto forte pressione l’Italia” obbligandola a bussare prima al fondo salva-stati e poi alla Bce, per attivare lo scudo salva-spread.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com