Mps e i Monti-Bond

Pubblicato da: MatteoT - il: 10-02-2013 11:02 Aggiornato il: 12-09-2013 12:31

A brevissimo saranno emessi i 3,9 miliardi di euro di Monti-bond per il Monte dei Paschi di Siena. E’ quanto dice Alessandro Profumo, presidente della banca senese nel mirino degli inquirenti per il caos derivati scoppiato gli ultimi giorni di gennaio. L’emissione da 3,9 miliardi di euro sarà sottoscritta dal Tesoro e consentirà, in parte, al Monte di rimborsare i vecchi Tremonti-bond ed in parte di sostenere il piano di rafforzamento dell’istituto bancario.

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Vittorio Grilli, in un recente intervento al Parlamento, ha spiegato che il prestito garantirà alle casse dello Stato un interesse del 9% ed imporrà vincoli di strategia alla banca, sia in termini commerciali che di redistribuzione degli utili.

Nel caso di una conversione dei Monti bond in titoli azionari, il Tesoro si ritroverebbe con oltre l’80% di Mps. Vicine, per Profumo, anche le sanzioni di Bankitalia: “Penso che arriveranno – ha risposto ai giornalisti – ma quella è una cosa che valuterà la Banca d’Italia. Pagheranno i sanzionati, le persone che hanno fatto queste cose che non vanno fatte”, ha detto riferendosi ai casi emersi in questi mesi.

Proprio sul piano della banca, che vede come elemento determinante l’emissione dei Monti bond, l’amministratore delegato Fabrizio Viola ha specificato – sempre a margine dell’Assiom Forex – che il piano industriale di Mps è confermato, salvo eventuali richieste di ulteriore rafforzamento da parte della Commissione europea. “Il piano industriale oggi è confermato così com’è”, ha spiegato il manager.

“Tenete presente”, ha aggiunto, “che a breve inizierà il confronto con la Commissione Ue, che potrà chiederci degli interventi rafforzativi. Ma al momento il piano è quello che voi conoscete”, ha dichiarato. Profumo ha poi rivendicato l’autonomia della banca, ricordando che “nell’orizzonte di piano abbiamo da realizzare un aumento di capitale da 1 miliardo”.

Per Profumo si tratterà di vedere a tempo debito “quanti sottoscriveranno questo aumento di capitale. In questo momento comunque – ha ribadito – è tecnicamente impossibile andare sul mercato”. Confermata poi la preferenza per un eventuale partner finanziario. “Questa – ha spiegato – è una banca che può stare benissimo in piedi in modo autonomo e indipendente”.

Informazioni sull'autore

MatteoT

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central