Peugeot: risultati disastrosi nel 2012

Pubblicato da: MatteoT - il: 15-02-2013 10:00 Aggiornato il: 14-02-2013 15:22

Il 2012 è stato un anno decisamente nero per Peugeot Citroen Psa; il numero uno dell’auto francese e colosso a livello globale, controllato ancora dall’omonima famiglia, ha chiuso l’esercizio registrando una perdita netta di 5 miliardi di euro, la maggiore della sua gloriosa storia.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Peugeot

Il risultato negativo è stato imputato alla eccessiva dipendenza, della casa automobilistica, dai mercati europei che, ovviamente, hanno visto un crollo delle vendite di automobili e una svalutazione di attivi per 4,7 miliardi di euro. I risultati erano stati decisamente migliori nel 2011, quando il gruppo aveva chiuso con un attivo di 588 milioni di euro.

In rosso anche il risultato lordo operativo del gruppo del leone rampante, che registra una perdita di 1,09 miliardi mentre il fatturato è arretrato di ben il 5,2% a 55,4 miliardi di euro.

Lo scorso anno l’azienda ha ‘bruciato’ liquidità per 3 miliardi e ora punta a un ritorno all’equilibrio della sua tesoreria solo alla fine del 2014. Questi risultati “riflettono il deterioramento dello scenario nel settore automobilistico in Europa”, ha commentato il presidente di PSA, Philippe Varin in un comunicato.

In crescita anche il debito netto, che arriva a 3 miliardi di euro; il solo ramo auto, nello scorso anno, ha bruciato la “bellezza” di 200 milioni di euro al mese.

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.