Conti Linkedin: fatturato, utili e debito

Pubblicato da: MatteoT - il: 15-02-2013 12:00 Aggiornato il: 14-02-2013 15:27

Qualche giorno fa vi avevamo messo al corrente dei conti di Facebook che, alla fine del 2012, aveva potuto festeggiare notevoli guadagni effettivi; oggi, invece, ci soffermiamo su un altro social network, si tratta del più professionale Linkedin. Nel quarto trimestre del 2012 il suo utile netto ha fatto registrare un + 66%, grazie al successo degli abbonati al servizio “Premium”.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

linkedin_logo

L’utile, così facendo, è salito a 11,5 milioni di dollari con ricavi che salgono a 303,6 milioni di dollari, con una performance positiva dell’81%. Questi eccellenti risultati, andati ben oltre le previsioni più rosee degli analisti, stanno permettendo a Linkedin di volare in Borsa nelle contrattazioni after hour, ovvero nelle negoziazioni di mercato condotte al di fuori delle sessioni diurne ufficiali.

Sulla scia di questi risultati, per l’intero 2013 i ricavi sono previsti a 1,41-1,44 miliardi di dollari, mentre si dovrebbero attestare sui 305 milioni di dollari solamente nel primo trimestre dell’anno da poco iniziato. Un forte impulso positivo ai conti di Linkedin è stato dato dall’aumento degli iscritti, saliti a 202 milioni a fine 2012: + 39% rispetto a quelli dell’anno precedente.

In ogni caso la spinta più importante in termini di ricavi è stata data dagli abbonamenti Premium, ovvero dai servizi aggiuntivi a pagamento messi a disposizione degli utenti. I ricavi derivati dalla scelta di questa tipologia di abbonamenti sono aumentati del 79% a 59,4 milioni di dollari.

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.