Piazza Affari negativa in vista delle elezioni

Pubblicato da: MatteoT - il: 20-02-2013 20:05

Dopo che ieri la pubblicazione dell’indice Zew tedesco aveva dato un bel slancio alle Borse europee, oggi i mercati accolgono in modo più freddo e distaccato il lieve rialzo della fiducia dei consumatori in Europa. Le Borse, infatti, hanno registrato delle variazioni contenute, in scia a quanto accaduto in Usa, mentre Milano ha accelerato al ribasso nel finale, lasciando sul terreno lo 0,82%.

Forex 1

Londra è stata l’unica a resistere alle vendite (+0,15%), mentre Francoforte ha ceduto lo 0,3% e Parigi lo 0,69%. Piazza Affari è rimasta sotto la lente degli investitori esteri per l’approssimarsi delle elezioni del 24 e 25 febbraio. Tra i titoli coinvolti nella vendita de La7 si è registrato il rimbalzo di TI Media dopo lo scivolone di ieri.

La scelta di Telecom Italia di dare l’esclusiva a Urbano Cairo è diventata argomento più politico che di business; eppure per la Cairo Communication la sfida è tutt’altro che semplice, tanto che la televisione in forte perdita rischia di trascinare in rosso l’intera società acquirente. Sotto pressione Mediaset, reduce da una giornata di guadagni sostenuti. Nel resto del vecchio continente, a Parigi si segnala il maxi-rosso di Crédit Agricole, che ha chiuso il 2012 con una perdita di quasi 6 miliardi e mezzo, ma non è stata penalizzata dal mercato.

Sul fronte obbligazionario, stabile la chiusura dello spread tra Btp e Bund tedeschi: 276 punti base dopo aver raggiunto anche la quota 270 punti. I titoli italiani, sul mercato secondario, rendono ora il 4,4%. Il Tesoro tedesco ha collocato Bund decennali per 4,04 miliardi di euro a un rendimento dell’1,66%, in rialzo rispetto all’1,56% dell’asta di gennaio. Peggiora la domanda, pari a 1,2 volte l’offerta.

Wall Street, che ieri ha chiuso vicino ai massimi dal 2008, oggi alla chiusura dei mercati in Europa viene scambiata in territorio negativo: il Dow Jones cede lo 0,1%, lo S&P 500 e il Nasdaq si allineano intorno al -0,4%. L’euro chiude in calo a 1,3373 dollari. Il biglietto verde avanza anche sullo yen a 93,70. La divisa giapponese perde qualche punto anche sull’euro a quota 125,27.

Positiva, per la terza seduta consecutiva, la borsa di Tokyo che segna i nuovi massimi da settembre 2008 con lo 0,84%; positive anche Shanghai +1,4% e Hong Kong +0,43%. Proprio su quest’ultima piazza da segnalare la seduta di Prada che ha strappato il 2,4% all’indomani dei conti preliminari, archiviati con un balzo dei ricavi del 29% a 3,3 miliardi. I listini del “Far east” hanno beneficiato soprattutto dell’indebolimento dello yen.

Sempre alla chisura degli scambi nel Vecchio continente si registra un calo sostanzioso del petrolio: il Wti lascia sul terreno il 2,6% a 94,25 dollari al barile. Segno meno anche per l’oro, che perte l’1,5% di valore a 1.579,8 dollari.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com