Piazza Affari vola in scia alla fiducia delle banche

Pubblicato da: MatteoT - il: 05-03-2013 18:49

Almeno per un giorno la Borsa si dimentica della situazione sociale in Grecia, delle difficoltà economiche di Cipro, dell’incertezza politica in Italia e del peggioramento delle previsioni per l’Eurozona. Le Banche centrali sembrano voler continuare a sostenere l’economia con misure non convenzionali e questo, di fatto, spinge i listini al rialzo.

Forex 10

Gli investitori danno fiducia a queste rassicurazioni e, insieme allo scattare delle ricoperture dopo i recenti cali, i listini europei chiudono la seduta in rialzo. A Milano il Ftse Mib indossa la maglia rosa e guadagna il 2,78%, Francoforte sale del 2,32%, Parigi avanza del 2,09%, Londra dell’1,36% e Madrid del 2,15%.

Anche Wall Street reagisce bene in questa giornata e, alla chiusura delle Borse europee, vede il Dow Jones fissare i nuovi massimi storici guadagnando lo 0,60% oltre quota 14.200 punti. Positivo anche il Nasdaq, che avanza dell’1,2% e lo S&P che avanza dell’1%, anche loro in scia dei massimi storici.

A far partire gli acquisti azionari in un momento così delicato è stata la Fed che ha detto che continuerà il programma di acquisto di 85 miliardi di dollari di bond al mese, mettendo una pietra sulle spaccature emerse nel comitato operativo, dove qualcuno ha iniziato a prospettare uno stop per queste misure straordinarie.

La stessa linea è stata indicata da Kikuo Iwata, governatore in pectore della Bank of Japan (BoJ), che nella nottata ha espresso la necessità di acquistare titoli di Stato a lunga scadenza per aiutare l’economia a centrare il target di un’inflazione al 2%.

Sul listino milanese sono stati i bancari a guidare i rialzi dopo la debolezza di ieri. Forti acquisti anche su Fiat e Brembo, premiata dai conti del 2012. Vendite, pesanti, su Banco Popolare che ha previsto perdite fino a 330 milioni di euro.

Positiva anche la giornata dello spread, che scende a 327 puti base, in netto calo rispetto ai 346 punti con cui aveva chiuso la seduta di ieri. La differenza di rendimento tra i Bonos spagnoli e i Bund si allarga e con i suoi 356 punti (per un tasso superiore al 5%) si allontana dal livello dell’Italia.

La buona performance odierna era stata preannunciata dall’Asia, con Tokyo che aveva chiuso gli scambi ancora in rialzo (+ 0,27%). Chiudiamo con le valute: euro debole a 1,3019 dollari e 121,64 yen.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
eToro
eToro OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
ITRADER
ITRADER OpinioniConto demo
Alvexo
Alvexo OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com