Le dieci società con la peggiore reputazione

Pubblicato da: MatteoT - il: 09-03-2013 12:00 Aggiornato il: 08-03-2013 11:24

In un momento in cui l’azionario USA raggiunge nuovi record, è bene fermarsi a riflettere sulle società aventi la peggiore reputazione al mondo. Non mancano, anche sul podio, delle interessanti sorprese. A partire dalle numerose banche presenti nelle prime dieci posizioni.

Errore

10) Comcast

Punteggio: 60,99
Punteggio 2012: 59,10

Negli ultimi 3 anni è sempre stata in classifica soprattutto a causa del servizio clienti per il quale, le povere “vittime” hanno dato ampio giudizio negativo (20%) un rating che non ha impedito alle azioni della società di telefonia fissa di vedere un aumento di oltre il 45%, cosa che gli ha permesso di completare l’acquisizione della NBCUniversal per 16,7 miliardi di dollari

9) Wells Fargo

Punteggio: 60.47
Punteggio 2012: 59.50

Il punteggio per quanto riguarda la reputazione, quest’anno è il elggero aumento anche se tra le 4 grandi sorelle, Wells Fargo è quella che è cresciuta di meno: al suo 16% si contrappone il 29,4% di JP Morgan, il 33% di Citigroup, e più del 50% di Bank of America.

8) J.P. Morgan

Punteggio: 58,20
Punteggio 2012: 54,84

Salva dalla crisi, o per essere più precisi, meno vittima degli altri del suo settore, la società ha perso circa 5,8 miliardi colo con lo scandalo sui derivati portati avanti dalla “Balena di Londra” , oltre ad altri pessimi investiment. Il valore del brand JP Morgan nel 2012 è diminuito dell’8% rispetto al 2011, secondo Interbrand.

7) BP

Punteggio: 56,55
Punteggio 2012: 53.50

Nel 2010, il disastro causato nel Golfo del Messico è stato il punto di inizio di un crollo di immagine e prestigio che ha portato alle dimissioni dei vertici senza che però si riuscisse a recuperare il terreno perduto nonostante, secondo le stime di Harris dal 2011, la BP abbia potuto registrare uno dei maggiori miglioramenti, in percentuale, agli occhi dell’opinione pubblica tra le aziende con la peggiore reputazione.

6) Citigroup

Punteggio: 55.90
Punteggio 2012: 55,95

Distrutta dalla crisi finanziaria del 2008, continua alottare per riuscire a ricostruire la credibilità perduta BrandZ ha osservato che il valore del brand di Citi è diminuito del 38% nell’ultimo anno. Solo il 17,3% degli intervistati di MSN ha valutato il servizio clienti Citigroup come “eccellente”, mentre il 17% lo hanno considerato “mediocre”. Dopo la ristrutturazione portata avanti dal nuovo CEO Michael Corbat, la società ha recentemente il taglio di 11.000 posti.

5) Bank of America

Punteggio: 55,85
Punteggio 2012: 49.85

Anche in questo caso il problema è sapersi risollevare dagli strascichi della crisi 2008 che negli anni passati ha visto il gigante statunitense al terzultimo posto. Harris Interactive osserva che Bank of America è migliorata in tutte le sei categorie di valutazione usate nella classifica, anche e soprattutto considerando le precedenti posizioni ricoperte.

4) American Airlines

Punteggio: 53.85
Punteggio 2012: Non pervenuto

American Airlines è stata considerata l’azienda più visibile degli ultimi mesi, anche se in negativo, con il taglio degli stipendi e dei posti di lavoro in seguito alla fusione con US Airways. Per quanto riguarda l’approvazione da perte degli impiegati circa l’operato del Ceo Thomas Horton, solo il 37% lo ha appoggiato.

3) Halliburton

Punteggio: 52,51
Punteggio 2012: non pervenuto

Halliburton è la seconda società di gestione di pozzi petroliferi al mondo, dopo Schlumberger Ltd., ma è il leader nella controversa pratica della fratturazione idraulica. Con una mossa azzardata il cui scopo era dimostrare l’innocuità delle procedure di fracking, (mossa che tanto ricorda quella dei politici giapponesi durante Fukushima), un rappresentante della compagnia, nel 2011 ha bevuto la soluzione usata per creare le fratturazioni idrauliche (una miscela di acqua e altri composti) durante una conferenza nel 2011.

2) Goldman Sachs

Punteggio: 49,39
Punteggio 2012: 47,57

Goldman Sachs uno delle poche società (2 per la precisione) che sono riuscite a scendere sotto la soglia critica del 50, proprio perchè da più parti accusata di essere complice in molti scandali che hanno causato la crisi e che l’hanno anche ingigantita. Non ultimo l’episodio delle dimissioni di Greg Smith rese note dal New York Times. Nella classifica Interbrand, il valore di Goldman è sceso del 16% rispetto all’anno precedente. Il 76% degli stessi clienti crede che la Goldman non avrebbe agito nel loro interesse.

1) AIG

Punteggio: 48.57
Punteggio 2012: 46.18

Il gigante delle assicurazioni American International Group Inc. è a vertice della classifica negativa per il quinto anno consecutivo. A causare il crollo, il prestito chiesto a Washington e che, stando alla recente campagna promozionale, AIG dice di aver completamente restituito, con interessi inclusi.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
eToro
eToro OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
ITRADER
ITRADER OpinioniConto demo
DUKASCOPY EUROPE
DUKASCOPY EUROPE OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com