Fmi: “Italia cruciale per la ripresa mondiale”

Pubblicato da: MatteoT - il: 24-03-2013 10:00 Aggiornato il: 23-03-2013 14:26

Le economia mondiale e le prospettive di crescita a livello globale sono in crescita, ma nelle economie avanzate “la strada per la ripresa resta sconnessa”. E’ quanto afferma, nella bozza del World Economic Outlook, il Fondo Monetario Internazionale. L’istituto guidato dalla francese Crhstine Lagarde, inoltre, cita l’incertezza conseguente alle elezioni politiche in Italia, oltre che alla politica di bilancio degli Usa.

austerità

Nella prospettiva dell’economia globale, spiegano gli economisti di Washington, “sono emersi nuovi rischi e i vecchi pericoli rimangono”. In particolare, “nel breve periodo, i rischi chiave – spiega il Fmi – sono correlati agli sviluppi nell’area dell’euro, inclusa l’incertezza legata al risultato delle elezioni in Italia, e alla politica di bilancio americana“.

Tra i rischi di medio periodo, invece, il Fondo cita “il faticoso impatto del risanamento e la prolungata stagnazione nell’area dell’euro, così come gli elevati deficit e debito negli Stati Uniti e in Giappone”. In questo panorama, avverte il Fmi, “i policymakers non possono rilassare i propri sforzi”.

“Cali spread fragili, lo dimostrano le elezioni in Italia” – Nell’area euro “gli spread sui titoli sovrani dei Paesi periferici sono calati. Per la prima volta in un anno, alcune economie periferiche hanno piazzato con successo grandi volumi di titoli di Stato a lungo termine”.

Lo scrive il Fondo Monetario Internazionale nella bozza del World Economic Outlook, precisando però che “questi miglioramenti sono fragili, come suggerito dall’aumentata volatilità negli spread dei Paesi periferici conseguente alle elezioni in Italia”.

“Pil, Italia fanalino di coda in aria euro” – Italia fanalino di coda tra i big dell’area euro. Il Fmi ha confermato le stime di gennaio, prevedendo un calo del Pil dell’1% quest’anno con un ritorno ad una crescita di appena lo 0,5% il prossimo.

Tra i partner di Eurolandia, l’Italia fa meglio solo della Spagna (-1,5% nel 2013), mentre si raffronta alla crescita dello 0,6% in Germania e dello 0,3% in Francia. Ai nostri livelli c’è il Portogallo, mentre peggio di noi solo Slovenia (-1,5%), Cipro (-3,1%) e Grecia (-4,2%).

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com