Draghi delude le Borse: Milano in rosso

Pubblicato da: MatteoT - il: 04-04-2013 17:53

Chi, nel pomeriggio di oggi, si attendeva notizie positive dalla conferenza di Mario Draghi e della Bce da lui guidata è rimasto ampiamente deluso. I mercati, probabilmente, sono tra questi. La mattinata, trascorsa sull’onda di guadagni, è stata annullata dalle 14.30 in poi, quando il governatore dell’istituto di Francoforte ha messo in allerta su un possibile ritardo della ripresa economica nell’eurozona.

Economia 3

Come poter riassumere le parole di Draghi? Proviamoci così: la ripresa è ancora a rischio, i tassi non si toccano e i mercati non reagiscono bene all’atteso appuntamento con la Bce. Se in questo contesto, non certamente sereno, aggiungiamo i timori per una crescita economica americana, rafforzati dai dati negativi sulla disoccupazione Usa, è facile capire il perchè i listini abbiano chiuso in rosso.

La mossa era attesa dalla maggior parte degli economisti, ma negli ultimi tempi – anche per il deludente andamento economico – si era fatta strada l’idea che Draghi potesse mettere in campo nuove misure straordinarie di sostegno all’economia. Evidentemente i tempi per quello che Bloomberg ha definito “un piano B” non sono ancora maturi, anche se il governatore ha ricordato che “siamo pronti ad agire”.

Anche la Banca centrale d’Inghilterra (BoE), come da attese, ha scelto di confermare i tassi allo 0,5%. Nessuna variazione neppure al piano di acquisto di bond da 375 miliardi di sterline. In mattinata, il neo governatore della Bank of Japan, Haruhito Kuroda, aveva annunciato le misure aggressive che tutti si attendevano per porre fine a 15 anni di deflazione.

Kuroda è andato oltre le attese quando ha ufficializzato il rafforzamento delle misure di liquidità attraverso l’acqusito di 7mila miliardi di yen (oltre 74 miliardi di dollari) al mese di bond; gli analisti di Bloomberg si attendevano 5mila e 200 miliardi di yen.

Piazza Affari, in questo contesto, non ha potuto far altro che annullare i guadagni, arrivati nel corso della mattinata fino all’1,6%. Il Ftse-Mib, nel finale, lascia sul terreno lo 0,4%. Paga dazio Mps; Bankitalia, infatti, ha colpito gli ex vertici dell’istituto di Siena con multe che arrivano fino ai 5 milioni. Va decisamente meglio ad Assicurazioni Generali, che ha annunciato una plusvalenza da 143 milioni di euro, derivante dal collocamento del 12% di Banca Generali.

Sul fronte obbligazionario, lo spread tra Btp e Bund, dopo essersi ristretto fino a 320 punti base ha recuperato ed è tornato sui livelli a cui aveva aperto, ossia 330 punti base. Così facendo, il decennale italiano rende sul secondario il 4,5%. Anche nel resto dell’Europa i listini si sono tinti di rosso: Londra cede un punto, Parigi cede lo 0,6% e Francoforte lo 0,7%.

Nella giornata di oggi, a livello macroeconomico è stato rilasciato l’indice Pmi sul settore dei servizi nell’Eurozona: dato in calo a marzo che passa dai 47,9 punti di febbraio 2013 agli attuali 46,4. Pubblicazioni negative sono arrivate anche dagli Usa: i sussidi di disoccupazione sono cresciuti di 28mila unità raggiungendo quota 385mila, contro un’attesa degli analisti che si fermava a 356mila.

Tokyo ha registrato in mattinata una super-performance per il secondo giorno consecutivo grazie all’iniezione di liquidità promessa da Kuroda e al ribasso dello yen: il Nikkei ha guadagnato il 2,2%. Con le piazze cinesi chiuse per festività, le altre asiatiche si sono mosse in ordine sparso.

Dopo i forti cali della mattinata, l’euro ha rimbalzato sui supporti in area 1,2750 ed è tornata sopra 1,2830. Grazie alle misure annunciate dalla BoJ, si svaluta lo yen che perde oltre il 3% sull’euro e sul dollaro americano.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di Trading Voto Recensione Sito Web
eToro
eToro Opinioni Conto demo
Markets
Markets Opinioni Conto demo
24Option
24Option Opinioni Conto demo
ITRADER
ITRADER Opinioni Conto demo
XTB
XTB Opinioni Conto demo
* Your capital is at risk (CFD service)

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com