Taglio tassi di interesse Bce 0,50%

Pubblicato da: MatteoT - il: 02-05-2013 16:26

La Banca centrale europea, guidata dall’italianissimo Mario Draghi, ha deciso di tagliare il tasso di interesse di riferimento nell’Eurozona portandolo al minimo storico a 0,50% rispetto al precedente 0,75%. Il tasso sui prestiti marginali, invece, scende di mezzo punto ed arriva all’1%, mentre quello sui depositi resta invariato allo 0%.

Economia 2

Era da dieci mesi che Francoforte non toccava il costo del denaro: l’intervento è arrivato oggi, come atteso dai mercati, dopo che gli ultimi dati diffusi hanno segnalato un forte raffreddamento dell’inflazione ad aprile. La decisione della Bce “dovrebbe sostenere la ripresa più in là” nel corso dell’anno, ha detto il presidente Mario Draghi nella conferenza stampa successiva alla riunione del direttivo, che in questa occasione si è svolta a Bratislava.

Il governatore dell’istituto di Francoforte ha voluto poi precisare che la Bce ha avviato una fase di consultazioni con altre istituzioni al fine di garantire un sostegno del mercato dei titoli garantiti da prestiti emessi dalle banche: “La nostra politica monetaria dovrebbe aiutare la domanda interna”, si è poi augurato Draghi, sottolineando che la stessa politica della Bce resta “accomodante”. A tal riguardo, ha detto poi che le banche non possono utilizzare la mancanza di liquidità come scusa per non fornire credito all’economia.

In quest’ottica, Francoforte prolungherà fino alla metà del 2014 le aste con cui fornisce liquidità illimitata a scadenza trimestrale, mentre, come ha sottolineato ancora Draghi, sono già state prese varie misure per fornire liquidità e per rilanciare i prestiti al settore privato. Il numero uno dell’Eurotower ha poi sottolineato che i governi dei Paesi dell’Eurozona “non devono allentare gli sforzi per ridurre i deficit, e dovrebbero continuare a promuovere riforme strutturali”.

Secondo Draghi inoltre, gli spread e gli squilibri finanziari dei Paesi sotto stress, incluse Spagna e Italia, sono in calo e segnalano un ritorno di fiducia anche grazie alle misure della Bce. E ancora, il numero uno di Francoforte ha detto che le parole di Angela Merkel, secondo cui in Germania i tassi andrebbero alzati e non abbassati, non toccano l’indipendenza della Bce. La reazione alle dichiarazioni della cancelliera, secondo Draghi, è stata esagerata.

Pronta e positiva la reazione della Cgia di Mestre che, per bocca di Bortolussi, ha afferma che il “taglio dei tassi genererà risparmi per 3,6 miliardi” e che prevede “finalmente un po’ di ossigeno per le famiglie e le imprese italiane”. La riduzione degli interessi comporterà infatti per le aziende un risparmio sui costi di 1,23 miliardi di euro all’anno, mentre il vantaggio per le famiglia sarà di 2,39 miliardi.

“E’ bene precisare – ricorda il segretario Cgia Giuseppe Bortolussi – che la riduzione del tasso di interesse potrebbe non tramutarsi in una corrispondente contrazione del costo del denaro nel nostro Paese. Pertanto, i risparmi in capo alle famiglie alle aziende da noi calcolati potrebbero essere sovrastimati”.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com