Classifica Fortune 500: bene Apple e Facebook

Pubblicato da: MatteoT - il: 08-05-2013 15:35

Come ogni anno, la classifica Fortune 500 riserva sorprese ed interessanti novità. Sono tanti i volti nuovi, compresa una new entry, nella classifica con riferimento al 2013. A guidare la lista è un’azienda non nuova: si tratta della catena commerciale Wal-Mart Stores, che nel 2012 ha totalizzato un fatturato pari a 469,2 miliardi di dollari ed utili di 16,99 miliardi.

Conosci il Social Trading eToro ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare le loro operazioni di trading. Conto demo Gratuito da 100.000€ Clicca qui

Conosci il Social Trading eToro ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare le loro operazioni di trading. Conto demo Gratuito da 100.000€ Clicca qui

Forex 5

"Fortune 500" è una classifica compilata ogni anno dalla rivista Fortune, che mette in fila le prime 500 imprese Usa sulla base del loro fatturato. Le società prese in considerazione dagli analisti della rivista sono tutte quelle i cui bilanci sono disponibili pubblicamente.

La novità assoluta la troviamo al sesto posto: si chiama Apple; è la novità perchè la società della "mela" ha scalato ben 11 posizioni, passando dal 17esimo al sesto posto in un solo anno. L'azienda, fondata da Steve Jobs e con sede a Cupertino, ha fatturato, nel 2012, 156,5 miliardi di dollari con utili di poco inferiori ai 42 miliardi.

Non finiscono qui le sorprese. Facebook, per la prima volta, entra nel club delle prime 500 aziende al mondo andando ad occupare la posizione 482esima; tra i big dell'hi-tech, poi, troviamo anche Microsoft, salda alla sua 35esima posizione nonostante dei risultati di Windows 8 non pari alle attese.

Tolto Apple e Facebook, vere novità di questa edizione, il podio delle aziende mondiali più "liquide" è anche nel 2013 abbastanza scontato. Dagli anni '50 ad oggi sono state tre le società a contendersi lo scettro: General Motors, Exxon Mobil ed, appunto, Wal-Mart Stores.

E anche l'edizione 2013 non ha smentito questa tradizione, con Wal-Mart che ha strappato la corona a Exxon Mobil. Seguono Chevron, Phillips 66, Berkshire Hathaway, Apple, General Motors, General Electric, Valero Energy e Ford Motor.

Informazioni sull'autore

MatteoT

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.