Juventus: torna l’utile, ma quanti debiti

Pubblicato da: MatteoT - il: 10-05-2013 15:35

Nemmeno il tempo di archiviare la vittoria del 29esimo per alcuni (o 31esimo per altri) scudetto che la Juventus, nota società calcistica di Torino, deve fare i conti con il bilancio. I risultati del primo trimestre del 2013 sono positivi, ma a metà. Scopriamo assieme il perchè.

austerità

Il primo trimestre dell’anno 2013, chiuso al 31 marzo scorso, vede la presenza di un utile di 2,6 milioni di euro, contro i 13,8 milioni di euro dei primi nove mesi dell’anno. Questi, però, si tramuteranno in una perdita a fine anno, così come successo nella scorsa stagione.

Lo scorso esercizio il buco di bilancio che a marzo era stato di 39,5 milioni diventò di 48,7 milioni a fine stagione. “La società – si legge nel comunicato – prevede un risultato economico negativo, seppur in netto miglioramento rispetto al precedente”. A pesare saranno soprattutto i premi per i risultati sportivi, che tra il 2011 e il 2012 erano stati di 11,9 milioni di euro. Se rimanessero costanti si mangerebbero da soli gli utili dei primi nove mesi.

La gestione è potuta migliorare soprattutto a seguito di un notevole balzo dei ricavi, saliti del 47,8% a 223,5 milioni di euro a fronte di un aumento dei costi di minore entità: + 7% a 156,7 milioni di euro. Una buona parte dell’incremento di fatturato (51,9 milioni su 72,3) è legata ai proventi garantiti dalla Champions League, manifestazione a cui la squadra di Torino non aveva partecipato nella stagione 2011-12.

Nonostante i progressi in termini di conto economico, resta tuttavia un neo sulla gestione della esposizione debitoria. A fine marzo, il club doveva ai suoi creditori, tra i quali svettano banche e società di factoring, oltre 160 milioni di euro, ben 60 milioni in più rispetto alla passata stagione e quasi 40 in più rispetto alla chiusura del bilancio 2011/2012. E su questo fronte, per fine anno non si attendono grandi novità. Ecco svelata la nota negativa del rendiconto bianconero.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com