Morgan Stanley: i dieci titol europei più esposti verso la Cina

Pubblicato da: MatteoT - il: 01-06-2013 12:00 Aggiornato il: 29-05-2013 16:25

Le società europee hanno fortemente diversificato la loro esposizione internazionale. Basti pensare che i mercati emergenti incidono nel 2013 per il 33% delle vendite, con un aumento di 2,8 volte in 16 anni. E un ruolo di assoluto rilievo è svolto oggi dalla Cina. Ecco, secondo gli esperti di Morgan Stanley, i dieci gruppi europei più esposti verso il Paese della Grande Muraglia e i relativi rating.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

Economia 2

1) Diageo Semiconductor Il gruppo specializzato nell’information technology, che capitalizza circa un miliardo di dollari, realizza in Cina il 78,8% del fatturato 2013. Il rating è equalweight (peso in linea con il mercato).

2) Ferrexpo La società inglese, che opera nel settore dei materiali, dalla Cina deriva il 61,2% del giro d’affari 2013. Il consiglio sul titolo, che capitalizza 1,7 miliardi di dollari, è equalweight (peso in linea con il mercato).

3) London Mining Per la mid cap (solo 250 milioni di dollari di capitalizzazione) che realizza in Cina il 61% dei ricavi, il rating è overweight (sovrappesare).

4) Rio Tinto Il colosso minerario, che capitalizza 62,2 miliardi di dollari, ha un’incidenza della Cina sul fatturato 2013 del 46,4%. Il rating è equalweight (peso in linea con il mercato).

5) Nyrstar Meno di un miliardo di dollari di capitalizzazione (833 milioni) per la società mineraria, che ha un peso del 43% della Cina sul giro d’affari totale. Il rating è overweight (sovrappesare)

6) Boliden Il gruppo svedese, che capitalizza 3,9 miliardi di dollari, realizza in Cina il 42% dei ricavi. Il rating è equalweight (peso in linea con il mercato).

7) Eramel Un altro gruppo specializzato nel settore dei materiali , che capitalizza 2,8 miliardi di dollari. Il rating è underweight (sottopesare). La Cina incide per il 41,7% sul fatturato.

8) Antofagasta Il gruppo minerario, che capitalizza 14 miliardi di dollari, è esposto per il 41% del giro d’affari verso la Cina. Il rating è underweight (sottopesare).

9) Aurubis Per la società mineraria, che capitalizza 2,73 miliardi di dollari e realizza il 41% del fatturato 2013 in Cina, il rating è negativo underweight, cioè sottopesare.

10) Kazakhmys Un’altra società del settore materials, che capitalizza 2,69 miliardi di dollari e realizza il 41% del fatturato 2013 in Cina. Il rating è underweight (sottopesare).

Informazioni sull'autore

MatteoT

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scopri di più
X
E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

etoro

Investi con fiducia sulla piattaforma leader mondiale di social trading

Il modo piu’ intelligente per investire,  copiare automaticamente i trader piu’ esperti.

Questa è la rivoluzione del social trading di eToro.

Condividi sulla community le tue strategie di trading e utilizza la funzione di CopyTrader™.

Ricevi $100.000 per fare pratica e migliorare le tue capacità di trading

Un portafoglio virtuale, che ti consente di fare pratica senza rischi.

Il 75% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo provider. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.