Mediaset corre in Borsa

Pubblicato da: MatteoT - il: 28-06-2013 16:30 Aggiornato il: 28-06-2013 16:10

Continua il rally di Mediaset in Borsa. A sostenere la galoppata del titolo, in rialzo del 3% durante la mattinata odierna, è arrivato lo studio di Credit Suisse che vede un futuro roseo per il Biscione e che ne consiglia l’acquisto rivedendo al rialzo, da 2,65 a 4,4 euro, il target per le azioni del titolo sul listino milanese di Piazza Affari.

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

grafico

La performance della galassia di Arcore negli ultimi mesi è stata decisamente positiva: a parte una piccola sbandata di poche ore dopo la condanna a sette anni del socio di riferimento nel processo Ruby, Mediaset ha inanellato una catena quasi ininterrotta di balzi in avanti. Dalle elezioni dello scorso febbraio il titolo ha raddoppiato il suo valore (ha toccato il minimo a 1,45 euro a inizio marzo).

Dal minimi del novembre del 2011, quando il titolo ha toccato il fondo a 1,16 euro in seguito alle dimissioni di Silvio Berlusconi da presidente del Consiglio, il saldo è ancor più evidente: + 150%. Piazza Affari da febbraio a oggi si è mossa con il passo del gambero mettendo assieme un modestissimo -4% mentre l’indice europeo del settore media, in cui Mediaset anche oggi ha la maglia rosa, è salito del 3%.

A fregarsi le mani, come ovvio, è la famiglia Berlusconi, ritornata da qualche mese contro ogni previsione pre-elettorale al centro dello scacchiere politico nazionale. Il valore del 40% del Biscione in portafoglio alla Fininvest è cresciuto da febbraio di 700 milioni. Da novembre 2011 il saldo è addirittura positivo per quasi 950 milioni.

A spiegare la performance di Mediaset è anche il report fresco di stampa del Credit Suisse, molto ottimista sul futuro. La caduta della pubblicità sta rallentando – spiega – nel secondo trimestre del 2013 la flessione sarà a una sola cifra dopo il -18,9% per Cologno nei primi tre mesi dell’anno. E poi continuerà a migliorare. In Spagna – grazie a una norma del governo – è svanito il rischio di un ritorno degli spot sulla tv pubblica Tve.

Più, dulcis in fundo, il piano di tagli dei costi varato dalla società di casa Berlusconi marcia in netto anticipo sulla tabella di marcia. Risultato finale: malgrado la corsa degli ultimi mesi, il titolo è valutato “Outperform” (fa meglio del mercato) con un prezzo obiettivo di 4,4 euro, valori che le tv di Arcore non toccavano dal 2010.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Turbo24, i primi certificati turbo quotati H24 al mondo, barrier, vanilla options e CFD...

Scopri di più
X
E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74/89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

Apri un conto demo gratuito con AvaTrade ✅ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente.

 

Approfitta dei nostri Expert Advisor e delle piattaforme di copy trading, oltre al trading sulle criptovalute 24/7. Con licenze di regolamentazione in 6 giurisdizioni, garantiamo un’esperienza di trading senza difficoltà.

 

AvaTrade è orgoglioso di essere partner globale del Manchester City, campioni della premier league 2018/19