Apple fa shopping nella moda

Pubblicato da: MatteoT - il: 03-07-2013 22:30 Aggiornato il: 03-07-2013 21:19

Apple

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Un reporter di Bloomberg, tramite un tweet, rende sostanzialmente ufficiale la notizia che Paul Deneve, Ceo di Yves Saint Laurent, sarà il nuovo consigliere strategico di Tim Cook per “progetti speciali” non meglio specificati. L’indiscrezione, poco dopo, viene confermata direttamente da Apple: Cupertino annuncia che l’ex di YSL assumerà la qualifica di vice presidente e riporterà direttamente all’amministratore delegato.

Questa assunzione fa decisamente rumore visto che avviene proprio dopo che Apple ha depositato, nei giorni scorsi, un brevetto in dodici paesi (a partire dal Giappone) con il nome di iWatch, ossia l’orologio indossabile che potrebbe essere il primo di una lunga serie di wearable devices (sostanzialmente “computer indossabili”), su cui Apple non solo è al lavoro.

Un orologio, anche se è un piccolo computer, è un prodotto di lusso, ed è un qualcosa che si indossa. Forse per questo Tim Cook ha sentito la necessità di attingere al bacino della moda e del lusso per studiare una strategia di vendita della nuova generazione di devices che verrà.

Deneve poi era proprio la persona giusta, perché oltre alle esperienze nell’alta moda, da Courreges a Lanvin e Nina Ricci, non era nuovo in casa Apple: proprio negli anni ’90 ha lavorato nel settore vendite di Cupertino, per il mercato europeo. E potrebbe essere propria questa duplice esperienza, nella tecnologia e nel lusso, ad aver fatto da discriminante nella strategia di assunzione di Tim Cook.

Il manager di Yves Saint Laurent, poi, non è l’unico proveniente dal settore della moda ad entrare nel team di Apple. Nel board dell’azienda di Cupertino c’è già Mickey Drexler, presidente e amministratore delegato del gruppo di scarpe e abbigliamento J Crew. Lo stesso Tim Cook, come ricorda l’Ansa è anche nel board di Nike.

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.