Come fare l’asset allocation per il tuo portafoglio

Pubblicato da: RobertoR - il: 11-04-2022 15:48

Immagina di preparare la valigia prima di una vacanza su un’isola nota per il suo tempo imprevedibile. Cosa dovresti portare? Probabilmente dovresti portare sia un costume da bagno che una giacca a vento, un cappello da sole e un ombrello, nonché infradito e stivali da pioggia. In questo modo, non importa quali condizioni incontrerai, sarai preparato.

Lo stesso vale per gli investimenti. Nel corso della tua vita, sperimenterai mercati toro e orso, tassi d’interesse in aumento e in diminuzione, inflazione alta e bassa, un euro forte e uno debole, recessione e prosperità e tutto ciò che sta in mezzo. Durante ognuna di queste condizioni, alcuni investimenti prospereranno mentre altri verranno colpiti duramente. Ci saranno sempre economisti, analisti di borsa e guru del mercato che prevederanno con fiducia ciò che sta arrivando e ti diranno di aggiustare il tuo portafoglio di conseguenza. Ma gli investitori intelligenti ignorano queste previsioni e si preparano ad ogni tipo di tempo, diversificando. Quando distribuisci i tuoi investimenti su diversi tipi di attività, ti assicuri di non essere troppo vulnerabile a qualsiasi cosa ti proponga il mercato.

Ora, non limitarti naturalmente a diversificare il tuo portafoglio tra azioni e obbligazioni, perché queste categorie possono essere ulteriormente suddivise in molte asset class. Una classe di attività è infatti gruppo di investimenti con caratteristiche di rischio e rendimento che sono simili tra loro, ma distinte da altri gruppi. Il tuo portafoglio è diversificato se include 30 azioni italiane e nient’altro? In un certo senso, sì: ti sei protetto dal rischio che ogni singola azione spazzi via tutto il patrimonio. Ma le azioni italiane hanno molte cose in comune, come la sensibilità al clima politico ed economico del nostro paese e la nostra valuta. Questi fattori probabilmente non hanno alcuna influenza sulle azioni di altri paesi, quindi possiamo raggruppare le azioni canadesi come una classe di attività. Possiamo anche considerare le azioni statunitensi e quelle internazionali come classi di attività separate.

Anche il mercato obbligazionario può essere suddiviso in varie categorie: le obbligazioni italiane, statunitensi e internazionali sono asset class distinte, poiché i tassi d’interesse si comportano diversamente in ogni paese. E non si tratta solo di geografia. Anche le obbligazioni governative e societarie possono essere considerate classi di attività distinte. In un paese come la Germania, per esempio, i titoli di stato sono meno rischiosi e, di conseguenza, di solito pagano rendimenti più bassi rispetto alle obbligazioni emesse anche da società blue-chip. Se poi si taglia ulteriormente, ci sono anche le obbligazioni a rendimento reale (un tipo di obbligazioni governative il cui rendimento è legato all’inflazione) e le obbligazioni ad alto rendimento, che sono emesse da società o governi in difficoltà e quindi pagano tassi più alti per compensare gli investitori per il rischio aggiunto. Anche queste sono classi di attività separate.

È diventato sempre più popolare per gli investitori cercare classi di attività alternative che hanno poco in comune con le azioni o le obbligazioni. Materie prime come l’oro e altri metalli preziosi sono buoni esempi, e sono abbastanza facili da aggiungere a un portafoglio ETF.

Altri tipi di investimenti potrebbero essere classificati come classi di attività distinte, ma non sono pratici. Per esempio, enormi fondi pensione o di dotazione possono allocare una quota al private equity (società che non sono scambiate in borsa) o risorse naturali come il legname, ma queste classi di attività non possono essere replicate da fondi indicizzati. Anche i beni da collezione come le monete rare, il vino pregiato e le opere d’arte rientrano in questa categoria.

Decidere quali classi di attività utilizzare, e in quale proporzione, è l’essenza della costruzione di un portafoglio diversificato. Ogni volta che combini due o più classi di attività, hai l’opportunità di ridurre la volatilità senza sacrificare i rendimenti, o di aumentare il rendimento atteso senza rischi aggiuntivi.

Ma perché questo sia efficace, devi diversificare il tuo portafoglio in modo ponderato: non si tratta solo di aggiungere sempre più partecipazioni. Ogni asset class deve svolgere un ruolo specifico nel portafoglio. Aggiungere classi di attività ridondanti è come mettere in valigia tre paia di stivali per le vacanze sull’isola, quando un paio andrebbe benissimo. Le altre due paia rendono solo la valigia più difficile da trasportare e più costosa da stivare sull’aereo.

Per l’investitore medio, le azioni e le obbligazioni offrono una gamma sufficiente di classi di attività tra cui scegliere, fornendo una diversificazione sufficiente senza entrare in investimenti più rischiosi o esotici che sono più difficili da gestire.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89% di conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.