Piazza Affari in rialzo grazie a Telecom e Unicredit

Pubblicato da: Luca M. - il: 26-05-2008 6:24

Almeno per oggi le Borse europee sembrano aver messo da parte i timori per nuovi rialzi del prezzo del petrolio. Nonostante il costo al barile abbia infranto il muro dei 135 dollari al barile, salvo poi ingranare la retromarcia e scendere sotto i 133 dollari, le piazze finanziarie europee hanno chiuso tutte ampiamente in positivo.

Gli operatori hanno preferito guardare al bicchiere mezzo pieno e leggere con ottimismo gli ultimi dati sul mercato del lavoro negli Stati Uniti: il numero di nuove richieste di sussidi di disoccupazione da parte dei lavoratori Usa la scorsa settimana è sceso a sorpresa di 9.000 unità, anche se il numero complessivo di lavoratori che ricevono i sussidi è rimasto sui massimi degli ultimi quattro anni. Secondo i dati del Dipartimento del Lavoro, le richieste sono scese a 365.000 dai 374.000 della settimana precedente, più di quanto si attendevano gli analisti.

Nonostante gli esperti prevedano che le domande arrivino a quota 400mila entro luglio, tanto è bastato per mettere le ali a Wall Street. A New York, Dow Jones e Nasdaq hanno aperto subito in positivo e hanno trainato al rialzo le piazze del Vecchio Continente che fino a quel momento viaggiavano tutte in rosso.

Piazza Affari si è confermata anche oggi tra le migliore d’Europa. L’indice Mibtel ha chiuso in rialzo dello 0,6%. Una prestazione cui hanno contribuito l’exploit di alcuni tra i titoli a maggiore capitalizzazione. In particolare, è stata la giornata di Telecom: l’ex monopolista delle tlc ha messo a segno un rialzo d’altri tempi (+4,3%) grazie alla decisione dell’Autority per le comunicazioni che ha varato la proposta per le nuove tariffe di terminazione della telefonia mobile che comportano tagli per le compagnie di circa il 30% in 3 anni. Per gli analisti si tratta di tagli “generosi” e il mercato si è subito adeguato promovendo Telecom.

Milano ha inoltre beneficiato del rialzo dei titoli bancari, trascinati da Unicredit (+2,3%). Non sembra che ci siano ragioni specifiche alla base del rialzo del titolo, ma si tratta piuttosto di un rimbalzo generalizzato di tutto il settore italiano del credito penalizzato dalle vendite nelle ultime sedute.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com