Fiat aumenta in Chrysler: passa al 25%

Pubblicato da: MatteoT - il: 10-01-2011 8:17

  🔝 CONTO E CARTA GRATUITI – Conto corrente ZERO SPESE con N26 — Carta Conto con IBAN (anche prelievi e bonifici gratuiti)  + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. ✅ Ricevi la tua MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici in 19 valute. Scopri di più sul sito ufficiale >>

  🔝 CONTO E CARTA GRATUITI – Conto corrente ZERO SPESE con N26Carta Conto con IBAN (anche prelievi e bonifici gratuiti)  + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. ✅ Ricevi la tua MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici in 19 valute. Scopri di più sul sito ufficiale >>

Sergio Marchionne, ad del Lingotto, parlando al Salone dell’Auto di Detroit annuncia la salita di Fiat in Chrysler dal 20 al 25% confermando che “ci sono le condizioni per salire al 51% di Chrysler, in quanto Fiat ha le risorse finanziarie per farlo anche adesso, se necessario”.

Come descritto nell’accordo operativo del 10 giugno 2009, si legge in una nota, Chrysler Group ha emesso una lettera d’impegno irrevocabile nei confronti del dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti con la quale la società dichiara di aver ricevuto le necessarie autorizzazioni regolamentari e che inizierà la produzione commerciale del motore Fire (Fully Integrated Robotized Engine) nel suo stabilimento di Dundee, nel Michigan. Di conseguenza, la quota di partecipazione di Fiat è automaticamente aumentata come previsto nell’accordo operativo.

Fiat potrà ulteriormente aumentare la propria quota in Chrysler sino al 35%, in tranche del 5%, attraverso il raggiungimento di due ulteriori Performance Events. Il primo evento si riferisce all’aumento dei ricavi e delle vendite al di fuori dell’area Nafta. Il secondo riguarda la produzione commerciale negli Stati Uniti di una autovettura basata su una piattaforma Fiat con prestazioni di almeno 40 miglia per gallone. Per quanto riguarda l’Alfa Romeo, invece, tornerà negli Stati Uniti probabilmente nel 2012.

L’annuncio ufficiale della salita al 25% ha provocato un’immediata reazione in Borsa: le azioni di Fiat sono in rialzo dell’1,81%, a 7,58 euro. La parte Industrial perde invece lo 0,73%, a 9,53 euro.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

ASPETTA!

Oggi 57 nuovi studenti hanno scaricato gratuitamente la guida al trading online di 24option!

VUOI SCARICARE ANCHE TU L'EBOOK GRATIS?