Pierre Cadin in vendita

Pubblicato da: MatteoT - il: 03-05-2011 7:00

All’età di 88 anni, Pierre Cadin, fondatore e proprietario dell’omonina casa si dice pronto a lasciare: ”voglio vendere, tra pochi anni non ci saro più e la casa di moda deve continuare”, spiega Cardin al Wall Street Jounrnal.

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Secondo il quotidiano, Cardin valuta la sua azienda intorno a un miliardo di euro, sebbene, spiega sempre il Wsj, una banca abbia stimato il valore della ”maison” intorno a 200 milioni di euro. Cardin, che non ha eredi, in oltre mezzo secolo di attività è riuscito ad ottenere oltre 600 licenze a livello internazionale ed è stato uno dei primi stranieri ad entrare nel mercato cinese dove è presente dal lontano 1978. Lo stilista vorrebbe comunque rimanere nella maison come direttore creativo, ”sarebbe nell’interesse delle immagine del marchio”.

Nel 2009 Pierre Cardin aveva venduto le sue 32 licenze tessili e secondarie (ma non il suo marchio) in Cina alle società Jiangsheng Trading Company e Cardanro per 200 milioni di euro.

Altre fonti citate dal quotidiano finanziario di Rupert Murdoch sostengono che il valore della maison possa aggirarsi intorno a quattro volte i ricavi. Ma i numeri sul fatturato non sono chiari. Lo stesso patron ammette di non avere un’idea chiara del dato sulle vendite annuali della sua compagnia. “È incalcolabile”, ha detto.

Pochi anni fa Cardin, famoso per non aver un consiglio di amministrazione, (“sono io il mio unico board”, riferì una volta), annunciò che era pronto a vendere l’azienda per 500 milioni di euro. Ma nessun investitore bussò alla porta della società parigina. Negli ultimi mesi, però, il vento nel settore del lusso è cambiato.

Dopo 10 anni di calma piatta è partita un’ondata di consolidamento dopo che a marzo Lvhm ha acquisito l’italiana Bulgari.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.