Procter&Gamble e Chevron deludono le attese

Pubblicato da: MatteoT - il: 27-01-2012 18:19

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Procter&Gamble ha tagliato le stime di crescita per l’intero 2012. Il primo gruppo al mondo per produzione di beni di consumo teme la volatilità delle valute che, nelle previsioni della società, potrebbero costare fino a 23 centesimi per azione.

Ecco spiegato i motivi dell’utile atteso per i prossimi 12 mesi a 4,10 dollari per azione, rispetto il precedente 4,33. Nel frattempo, nell’ultimo periodo P&G ha alzato i prezzi dei propri prodotti in tutto il mondo per fronteggiare i rincari delle materie prime.

Chevron, numero due americano dell’energia, ha invece annunciato di aver messo in archivio un quarto trimestre al di sotto delle aspettative: flessione degli utili più pronunciata degli ultimi due anni. L’utile netto ha risentito dal cattivo andamento del settore raffinazione attestandosi a 5,1 miliardi di dollari o 2,58 dollari per azione da 5,3 miliardi o 2,64 dollari ad azione di un anno fa.

Il chief executive officer di Chevreon John Watson sta vendendo raffinerie e pompe di benzina in Europa e in Africa per concentrare le energie della società su settori dai margini più elevati come l’estrazione e gli impianti di liquefazione del gas.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.