Lusso: LVMH e Dior non conoscono la crisi

Pubblicato da: MatteoT - il: 03-02-2012 21:36

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Il colosso francese del lusso, Lvmh, ha concluso il 2011 con un utile netto pari a 3,06 miliardi di euro, facendo registrare una crescita di un punto percentuale rispetto al 2010. Senza contare le plusvalenze derivate dalla quota in Hermes, l’incremento degli utili sarebbe pari al 34%.

Il fatturato del gruppo – che possiede marchi come Louis Vuitton, Givenchy e Dom Perignon – e’ invece cresciuto del 16% a 23,6 miliardi di dollari. L’Asia si è confermata il mercato principale del gruppo con una quota del 35%.

A seguire troviamo l’Europa con il 33% e gli Usa con il 22%. Dividendo pari a 2,60 euro per titolo; è questa la proposta della compagnia. Il numero uno del gruppo, Bernard Arnault, si e’ detto fiducioso per il 2012 nonostante “l’incertezza economica in Europa”.

Da sottolineare il successo del marchio Dior che ha registrato vendite in aumento del 21% a 1 miliardo di euro (1,2 miliardi di franchi). Le vendite al dettaglio ha registrato un aumento del 27% a tassi correnti. Il risultato operativo corrente è più che raddoppiato rispetto al 2010 e si è attestato a 85 milioni di euro.

Nel complesso, Christian Dior ha registrato un utile netto in crescita dell’1% a 1,28 miliardi di euro.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.