Bp torna in utile per 23,9 miliardi di dollari

Pubblicato da: MatteoT - il: 07-02-2012 18:18

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

I conti di Bp, la seconda compagnia petrolifera più grande d’Europa, sono tornati in attivo nel 2011 grazie al rialzo del prezzo del petrolio ed alle dismissioni. La compagnia petrolifera made in Uk ha chiuso l’anno passato con un utile netto di 23,9 miliardi di dollari.

Miglioramento dunque rispetto alla perdita di 4,9 miliardi di dollari del 2010 conseguenza dei costi di compensazione del devastante disastro ambientale causato dall’esplosione della piattaforma Deepwater Horizon, che causò la morte di 11 dipendenti e il riversamento di una colossale quantità di greggio nelle acque del Golfo del Messico. I ricavi sono saliti a 96,34 miliardi dagli 84 miliardi di dodici mesi prima.

“La compagnia è sulla strada giusta” ha commentato l’ad di Bp, Bob Dudley. Il gruppo britannico ha finora speso 7,8 miliardi di dollari per rimborsare i danni chiesti dal governo Usa e altri 15,1 miliardi di dollari per il trust fund da utilizzare per il risarcimento delle vittime della ‘marea nera’.

Nel quarto e ultimo trimestre dello scorso anno, i profitti si attestano a 7,7 miliardi di dollari rispetto ai 5,6 miliardi registrati nell’analogo periodo nel 2010, mentre gli utili salgono a 5 miliardi, battendo la attese ferme a 4,9 miliardi. Il dividendo trimestrale è aumentato del 14% a 8 centesimi per azione.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.