Yelp: boom nel giorno del debutto in Borsa

Pubblicato da: MatteoT - il: 02-03-2012 21:18

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

Nei prossimi giorni si capirà meglio se siamo di fronte a speculazioni legate ad un fenomeno di moda o meno. Non c’è dubbio che, però, ogni social network o qualsiasi sito internet legato ai nuovi modi di consumare o comunicare è destinato a fare notizia non appena inizia la sua avventura a Wall Street.

E’ accaduto anche a Yelp: società che gestisce un sito che da noi è quasi sconosciuto, ma che negli Stati Uniti è un fenomeno commerciale di successo che vanta oltre 66 milioni di iscritti.

Yelp offre un servizio incrociato: gratuito per i consumatori che possono scrivere segnalazioni, suggerimenti e recensioni di prodotti, a pagamento per le aziende che che quotidianamente possono mettere in vendita i loro prodotti con forti sconti. Una sorta di versione social di Groupon.

Nei primi minuti di contrattazione, Yelp, è volato ben oltre le aspettative guadagnando il 67% a una quotazione di oltre 25 dollari, dopo essere partito da un prezzo di collocamento di 15 dollari. Già in fase di raccolta, i soci avevano intascato 107 milioni di dollari, mettendo sul mercato oltre 7 milioni di azioni, con una capitalizzazione di mercato che sfiora i 900 milioni di dollari.

Ma con società di questo tipo, nonostante i furori dei primi giorni, è sempre meglio essere prudenti: a Wall Street, in questi primi due mesi del 2012 si sono già quotate 22 società, ma almeno la metà viaggia nettamente a livelli inferiori alle attese e sotto il prezzo di collocamento.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.