Snam: utili e cedola in crescita. Investimenti al 2015 salgono a 6,7 miliardi

Pubblicato da: MatteoT - il: 13-03-2012 23:03

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

In attesa di comprendere in che modo la società Snam diverrà completamente autonoma da Eni, anche dal punto di vista proprietario, Snam si porta avanti e spiega ai mercati il modo con il quale vuole diventare, nei prossimi anni, uno dei protagonisti del settore del gas in Europa.

Nella giornata odierna ha fatto presente il nuovo piano strategico dei prossimi quattro anni: investimenti fino a 6,7 miliardo di euro, con un incremento annuo stimato al 4%, dei quali 1,4 miliardi nel 2012.

Per il resto, il consiglio di amministrazione di Snam ha anche approvato i conti per il 2011, confermando tutti i dati già comunicati il 14 febbraio scorso con l’utile netto di 790 milioni e l’utile netto consolidato adjusted di 978 milioni.

Il cda ha deliberato di proporre all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,24 euro per azione, di cui 0,10 euro per azione già distribuiti nell’ottobre 2011 a titolo di acconto. Il dividendo a saldo di 0,14 euro per azione sarà messo in pagamento a partire dal 24 maggio 2012, con stacco cedola fissato al 21 maggio 2012.

L’obiettivo del piano, ha spiegato l’amministratore delegato Carlo Malacarne è di “candidare Snam a divenire uno dei principali operatori infrastrutturali integrati a livello europeo, in linea con gli sviluppi legislativi della regolazione e con le aspettative degli stakeholder del sistema gas. L’alleanza strategica siglata con Fluxys e la recente acquisizione di quote di partecipazione nell’Interconnector in Gran Bretagna rappresentano i primi passi di uno sviluppo che consentirà la creazione del corridoio per il transito del gas dal sud verso il centro e il nord Europa, con l’Italia in qualità di hub”.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central