Costa Crociere: fatturato nuovamente in crescita

Pubblicato da: MatteoT - il: 26-03-2012 21:30

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

L’assemblea di Costa Crociere ha approvato il bilancio 2011 che si è chiuso con un fatturato in crescita di 9,6 punti percentuali a 3,16 miliardi e con ospiti totali in aumento del 7,2% a quota 2,3 milioni. “Anche il dato riferito agli ospiti/giorno – scrive la società in una nota – conferma il buon andamento dell’anno appena chiuso: si è passati da 16.927.620 a 18.183.482. Il tasso di occupazione è stato del 105%”.

“Anche il 2012 – prosegue la società – sarà un anno difficile sia a causa del perdurare della crisi economica nei principali paesi europei e della conseguente riduzione dei consumi, che a causa dell’impatto del recente incidente” della Costa Concordia, “ma si prevede di chiudere l’esercizio con un risultato positivo. Il volume delle prenotazioni 2012, dopo i recenti fatti, sta riscontrando una positiva inversione di tendenza in diversi mercati strategici per il business dell’azienda. Inoltre, nel corso delle ultime settimane le crociere di Pasqua del 2012 stanno registrando trend di prenotazioni superiori a quelli per le crociere di Pasqua del 2011“.

“I risultati del 2011 – commenta il presidente e amministratore delegato Pier Luigi Foschi – confermano che Costa Crociere è un’azienda con fondamentali economici solidi. Lo dimostra anche la nostra capacità di sostenere, attraverso un consistente cash-flow, gli investimenti per la realizzazione di nuove navi, come Costa Fascinosa che entrerà in servizio a fine aprile 2012, e di Aidamar ai primi di maggio 2012. Bisogna inoltre tener presente – conclude il numero del gruppo – che questi risultati sono stati raggiunti in un contesto socio-economico molto difficile, caratterizzato dalla recessione economica e ulteriormente aggravato dalla crisi araba, che ci ha costretto a cambiare circa un quarto dei nostri itinerari”.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central