Borsa: altra giornata nera. Crolla l’Europa

Pubblicato da: MatteoT - il: 13-04-2012 23:05

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Le Borse europee hanno vissuto, oggi, un’altra giornata nera. Dopo l’avvio di Wall Street aumentano le perdite nel Vecchio Continente. Piazza Affari è stata la maglia nera europea assieme a Madrid. Il Ftse Mib ha perso il 3,43% a 14.359 punti mentre l’All Share il 3,16% a 15.359 punti.

Particolarmente colpiti i bancari, che, secondo uno schema ormai consueto, trascinano al ribasso l’intero listino. Tra i peggiori Ubi Banca (-6,39%) e Banco Popolare (-6,95%). Piazza Affari ha bruciato 11,33 miliardi di euro di capitalizzazione. Il dato è calcolato in base al calo del 3,16% registrato dall’indice Ftse All Share, riferito all’intero listino milanese.

Le tensioni sul debito spagnolo pesano su tutte le piazze d’Europa. Madrid archivia la seduta con l’Ibex che lascia sul terreno il 3,58% a 7.250,6 punti. L’Ftse 100 di Londra segna un calo dell’1,03% a quota 5.651,79 punti, il Dax 30 di Francoforte perde il 2,36% a 6.583,90 e il Cac 40 di Parigi arretra del 2,47% a 3.189,09 punti.

Il differenziale di rendimento tra Btp e Bund tedeschi non migliora e, rispetto ai 369 punti base della chiusura di giovedì, chiude a 379 punti base, dopo una giornata altalenante senza particolari recuperi. Il rendimento del decennale sale al 5,52%.

Vola a 424 punti il differenziale tra i titoli decennali spagnoli e quelli tedeschi. Il tasso sui bonos si attesta al 5,98% dopo aver toccato nel corso della seduta la soglia del 6%.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.