Capitalizzazione e leva finanziaria: le definizioni

Pubblicato da: MatteoT - il: 27-11-2012 22:04 Aggiornato il: 20-02-2016 13:37

Negli articoli precedenti abbiamo introdotto i concetti principali del Forex e, in alcuni post, abbiamo già parlato della leva finanziaria. Questa, indubbiamente, risulta essere un grosso vantaggio che appartiene al mercato valutario e che, invece, non è presente in alcun altro mercato finanziario. Ma cosa si intende per leva finanziaria e, soprattutto, quali sono le sue implicazioni nell’operatività quotidiana? Scopriamolo assieme.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

La leva finanziaria può essere definita come la possibilità di moltiplicare il capitale della propria operatività sfruttando la liquidità che viene fornita, sotto forma di prestito, da una banca o da un broker. In sostanza, quindi, la presenza della leva finanziaria ci consente di acquistare strumenti finanziari per un importo nettamente superiore rispetto alle disponibilità del nostro saldo.

La leva finanziaria, quindi, genera un effetto di moltiplicatore offrendo, di conseguenza, rendimenti e perdite più importanti. E’ questo l’aspetto che indubbiamente interessa al trader e che, ovviamente, deve essere preso in considerazione per evitare di mettere a rischio l’intero conto di trading con una sola operazione.

La leva finanziaria, all’interno delle strategie di trading, può essere utilizzata sia in via difensiva che in via speculativa. Nel primo caso possiamo impiegare la leva finanziaria per diversificare maggiormente i propri investimenti, mantenendo una buona riserva di liquidità accantonata sul conto di trading.

Nel secondo caso, quello speculativo, la leva finanziaria viene utilizzata per aprire posizioni di importo superiore rispetto alle proprie reali potenzialità, esponendosi così al rischio, peraltro ingente, di dover contabilizzare perdite notevoli e, nei casi più pericolosi, di chiusura del conto di trading.

Proprio per questo ultimo aspetto, è evidente quanto la leva finanziaria debba essere utilizzata, dal trader, in modo consapevole e responsabile evitando i rischi connessi alla moltiplicazione del capitale da investire. Il modo intelligente di utilizzarla e, di conseguenza, di sfruttare i suoi lati positivi, è senza dubbio quello che rientra nel caso “difensivo”, in modo da diversificare gli investimenti ed attuare una delle basilari norme di money management.

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.