L’analisi tecnica nel Forex: funziona davvero?

Pubblicato da: MatteoT - il: 28-11-2012 20:30 Aggiornato il: 28-11-2012 18:55

Dopo aver trattato l’analisi fondamentale è bene passare subito ad introdurre i concetti che stanno alla base dell’analisi tecnica. Ovviamente i due approcci, molto spesso, vengono visto come uno antagonista dell’altro.

C’è chi, i fondamentalisti, sostiene che sia valido solo il primo e chi, i tecnicisti, solo il secondo. A nostro parere, nonostante nel Forex sia predominante l’importanza dell’analisi tecnica, è bene comunque avere un’infarinatura generale dell’analisi fondamentale.

L’analisi tecnica può essere vista come la disciplina che effettua previsioni sull’andamento futuro dei prezzi di uno strumento finanziario basandosi sulle serie storiche di prezzi e volumi. In questo caso, oltre agli aspetti matematico-statistici, entrano in gioco anche quelli psicologici che consentono di individuare dei pattern (schemi) di prezzo e dei livelli (massimi, minimi, supporti e resistenze) che andranno inevitabilmente ad influenzare il normale andamento del mercato.

Tutti questi, infatti, vengono raggruppati in due macro classi di figure: figure di inversione e figure di continuazione. La definizione appare scontata: sono da intendersi figure di inversione quei pattern grafici che danno origine al blocco di un trend ed alla partenza di uno nuovo in senso inverso. Sono figure di continuazione quei pattern che, invece, rappresentano delle conferme sul trend in atto che, di lì a poco, continuerà nella direzione precedente.

L’analisi tecnica, quindi, è in grado di offrire ai trader numerosi strumenti operativi che, dopo essere stati testati con un conto demo e dopo aver individuato quelli che meglio si adattano alle proprie caratteristiche, consentono di semplificare notevolmente l’operato del trader. Esempi, oltre a quelli fatti nelle righe sopra, sono le candele giapponesi, lo studio dei volumi e l’implementazione di oscillatori ed indicatori.

Inoltre l’analisi tecnica è in grado di individuare graficamente i trend primari e secondari, i minimi ed i massimi storici di periodo che possono fungere da supporti e resistenze psicologiche. Tutto ciò porta il trader a comprendere con maggiore chiarezza ciò che succede nel mercato.

Ovviamente, però, l’analisi tecnica non la si impara in un’ora e nemmeno in una giornata. E’ necessaria la lettura di manuali, il test dei vari strumenti su piattaforme di trading e, solo dopo aver trovato ciò che si adatta alla propria strategia, l’implementazione nel real. Il tempo dedicato sarà pienamente recuperato con i primi guadagni.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com