La protezione del capitale: gli strumenti

Pubblicato da: MatteoT - il: 06-12-2012 10:00 Aggiornato il: 05-12-2012 18:45

Nel post precedente abbiamo trattato, fornendovi un’importante introduzione, il tema delle tecniche che si possono utilizzare per proteggere il capitale. Oggi, andremo nel dettaglio di tre strumenti che vengono utilizzati in questo campo: ordini condizionati, ordini frammentati ed il sistema di Money Management.

Partiamo dal primo punto, quello degli ordini condizionati. Questi riguardano un metodo di programmazione dell’attività di trading che consente di definire a priori un livello massimo di perdita accettabile per ogni investimento fatto.

Nella scelta del broker, la possibilità di inserire ordini condizionati o meno, è un fattore cruciale che ci deve guidare dal momento che, nel mercato del Forex, c’è il rischio concreto di poter perdere tutto il proprio capitale con un solo trade. E questo, come sappiamo, grazie all’effetto leva che, da un lato offre interessanti guadagni ma, dall’altro, potrebbe portare ad ingenti perdite.

Il secondo punto, quello relativo agli ordini frammentati; sono molti i trader che tendono a considerare l’apertura di un trade come un’operazione “binaria”: apertura e chiusura dell’operazione nella sua interezza. Al contrario, il trader vincente va a gestire l’operazione scomponendo l’investimento effettuato.

Non appena viene raggiunto un interessante livello di prezzo che ci consente di trarre i primi guadagni, si può iniziare a liquidare il 50% della posizione mettendo lo stop loss in pari. Così facendo ci saremo assicurati una parte di guadagno e, il trade, non subirà nessuna perdita. Se va male, chiuderemo in pari il restante 50% dell’operazione, se va bene otterremo nuovi guadagni.

Questa operatività basata sugli ordini frammentati consente di salvaguardare a pieno i due capitali descritti nel precedente articolo, quello psicologico e quello finanzario. Da un lato avremo trade a profitto e, dall’altro, saremo sempre motiviati ed entusiasti della nostra operatività.

In ultimo, ma non meno importante, viene la tecnica del Money Management vero e proprio; il principale principio da sapere e da seguire è il meccanismo regolatore presente in ogni sistema di gestione del denaro: preservare il capitale minimo per consentire l’attività di trading. In linea generale, infatti, un buon sistema di Money Management prevede di allocare tra il 2 ed il 5% del capitale per ogni trade.

Il motivo è molto semplice: ipotizziamo di effettuare 100 operazioni in un mese e di realizzare profitti da 99 di queste. Quella sola operazione fallita, senza adottare le tecniche di money management, potrebbe portarci alla distruzione totale del nostro saldo nel conto di trading. E questo, come già detto, a causa dell’effetto leva.

Capito perchè il money management è di fondamentale importanza?

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com