L’analisi tecnica nel Forex: i presupposti da sapere

Pubblicato da: MatteoT - il: 07-12-2012 15:00 Aggiornato il: 06-12-2012 21:50

L’analisi tecnica, al fianco dell’analisi fondamentale e dell’analisi grafica, l’abbiamo già introdotta. Ora, però, iniziamo ad addentrarci in un mondo talmente vasto da occupare, con pubblicazioni in crescita, scaffali di biblioteche specialistiche. Per comprendere i reali presupposti e le reali funzionalità dell’analisi tecnica è necessario anticipare alcuni concetti utili della materia.

Innanzitutto partiamo da una definizione: l’analisi tecnica può essere vista come un insieme di strumenti matematico-statistici che sono volti ad analizzare l’andamento del mercato per definire quanto potrà avvenire nel futuro. Le regole su cui si fonda sono, fondamentalmente, due:

Il continuo cambiamento è presente ed incancellabile in qualsiasi mercato finanziario a cui si approccia ed è dato dalla battaglia psicologica che avviene, ogni istante, tra due forze: gli acquirenti (domanda) ed i venditori (l’offerta). Essi, rispettivamente, sono anche chiamati tori (Bull) o orsi (Bear).

Il continuo cambiamento dei prezzi non deriva da una casualità, ma è il frutto di atteggiamenti psicologici ed operativi che vengono messi in atto dalle due forze e che, in maniera costante nel tempo, si ripetono.

Iniziamo dal primo punto: sicuramente l’enunciato, a prima vista, può sembrare banale, ma non è così. La Borsa, che agli occhi degli sconosciuti è solamente un mondo di numeri, di serie storiche, di prezzi, di calcoli, di statistica e di matematica, è forse quanto più di psicologico ci possa essere al mondo. Il motivo è presto detto: tolti i sistemi automatizzati delle grandi banche di investimento, vi operano solo e soltanto menti umane.

In questo senso, quindi, secondo l’analisi tecnica non è molto importante andare a comprendere le motivazioni che possono esserci alla base di uno scambio o di un apprezzamento o deprezzamento, come invece fatto dai sostenitori dell’analisi fondamentale, dal momento che questo è implicito nell’analisi dei prezzi.

Il secondo presupposto, invece, è molto importante e deriva dalla legge della causa e dell’effetto: ogni variazione di uno strumento finanziario è il frutto di una precedente conformazione dei prezzi. E da ciò deriva l’affermazione che un trend è molto più semplice che si confermi piuttosto che si inverta. Questa affermazione, poi, sotto intende che il movimento e l’evoluzione dei prezzi non sia fondata su fattori casuali, ma che sia frutto di atteggiamenti psicologici che si verificano e che si ripetono con costanza e con precisione nel tempo.

E’ per questo che, alla base dell’analisi tecnica, vi è l’analisi delle serie storiche di prezzi e volumi.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com