I grafici di prezzo nel Forex

Pubblicato da: MatteoT - il: 14-12-2012 15:41

Il prezzo. Questa variabile, in molti articoli, l’abbiamo definitiva come di fondamentale importanza nel Forex. E’ bene evidente come il suo andamento possa essere ottenuto unicamente attraverso dei grafici che, appunto, chiameremo come grafici di prezzo. Queste rappresentazioni, molto basilari, sono visibili in qualunque giornale a sfondo economico o in qualunque articolo telegiornalistico che tratta di finanza.

Il motivo per cui si sceglie di rappresentare l’andamento dei prezzi tramite un grafico piuttosto che tramite una tabella è molto intuitivo: il grafico fornisce una rappresentazione immediata di come si sono evoluti i prezzi e gratifica gli occhi di chi legge o ascolta tale servizio. Ovviamente, però, il mondo dei grafici borsistici è variegato e presenta quattro tipologie di rappresentazioni: a linea, a barre, a candela e point & figure.

Tra queste quattro modalità di rappresentazione dei prezzi, sono due le più diffuse: quella a linea e quella a candela. La rappresentazione a linea, data la sua semplicità e schematicità, è la più utilizzata su giornali o tv dal momento che consente a chiunque di poter notare l’andamento dei prezzi; la rappresentazione a candela, invece, è usata dai conoscitori di questa materia dal momento che, da una candela, è possibile ottenere molte più informazioni rispetto che da un grafico a linea.

Di cosa parliamo? Semplice: la candela ha un corpo che, a seconda del timeframe scelto come riferimento, ci consente di evidenziare il prezzo di apertura e di chiusura dello strumento finanziario che stiamo analizzando. La candela avrà un corpo verde (o bianco) in caso di positività e un trend rosso (o nero) in caso di negatività.

La candela, poi, può avere delle barre che sono poste al di sopra ed al di sotto di essa: queste ci restituiscono informazioni sul prezzo massimo e sul prezzo minimo toccato nel time frame di riferimento, dandoci notizie molto utili su come si stanno distribuendo le forze tra venditori ed acquirenti.

Tornando al concetto basilare di grafico dei prezzi, possiamo facilmente mostrare che tale grafico è formato da due assi: l’asse delle ordinate, l’asse delle y, fa riferimento alla variazione di prezzo subita dallo strumento finanziario; mentre l’asse delle ascisse, l’asse x, è la linea del tempo. Combinando tempo e livello di prezzo otterremo l’andamento dei prezzi nel periodo analizzato.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
eToro
eToro OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
ITRADER
ITRADER OpinioniConto demo
DUKASCOPY EUROPE
DUKASCOPY EUROPE OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com