Saipem crolla in Borsa: crollo del 34,38%

Pubblicato da: MatteoT - il: 30-01-2013 21:32

Giornata decisamente nera per Saipem. Quello di oggi è il giorno del grande crollo in Borsa visto che il titolo ha perso il 34,38% del suo valore scivolando a 20 euro dopo che la stessa società ha lanciato un “profit warning”. La capitalizzazione, in poche ore di contrattazioni, è scesa a 4,7 miliardi di euro.

Questa nuova pagina nera della finanza avrà le sue ripercussioni anche sul ministero dell’Economia, azionista di riferimento di Eni (-4,97%), che a sua volta in Saipem detiene il 42,9% dell’azionariato. Con il caso Saipem, infatti, si rischia di abbattere una pesante tegola sulle casse pubbliche.

Se la capitalizzazione è scesa da 13,5 a 8,8 miliardi di euro, a pagare il conto sarà anche il Tesoro, dal momento che la sua quota nel Cane a sei zampe vale oggi 1,9 miliardi in meno.

All’origine del crollo odierno c’è il “profit warning” lanciato dalla società sugli obiettivi del 2013. Nell’intricata vicenda, però, c’è il giallo del fondo di investimento britannico Fidelity, su cui erano circolate indiscrezioni secondo cui il fondo stesso aveva venduto in blocco le azioni che deteneva in Saipem la vigilia della caduta.

Ma al riguardo è intervenuto Tom Stevenson, investment director e capo della comunicazione corporate nel Regno Unito di Fidelity, dicendo: “Normalmente non discutiamo la nostra attività di trading, ma poiché sul mercato c’è stata disinformazione, ci preme chiarire che non abbiamo collocato il 2,3% di Saipem”.

Saipem, per il 2013, si aspetta ricavi per circa 13,5 miliardi di euro, oltre ad un Ebit di 750 milioni e, quindi, un utile di 450 milioni di euro. L’Ebit e l’utile sono quindi dimezzati rispetto al 2012, a fronte di un consensus tra gli analisti che stimava 1,6 miliardi di Ebit e 1 miliardo di euro di utile.

Oltre a dimezzare le stime sul 2013 sono anche state tagliate quelle sul 2012, con l’utile rivisto a 900 milini (la stima precedente era pari a un miliardo) e l’Ebit corretto a 1,5 miliardi contro 1,6. Il taglio delle stime da parte di Saipem, su cui undici broker hanno tagliato pesantemente il target price, arriva subito dopo la “approfondita revisione operativa delle attività” del neo amministratore delegato Umberto Vergine, subentrato all’ex a.d. Pietro Franco Tali.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com