Le 5 strategie perfette di Hsbc

Pubblicato da: MatteoT - il: 01-02-2013 18:13

Nonostante la settimana che si sta per chiudere non sia stata molto positiva per le Borse europee, abbandoniamo in questo post i timori legati al caso MPS, a Saipem, alla crescita nell’Eurozona ed al fiscal cliff americano per proporvi le cinque strategie operative perfette per Hsbc.

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

1) MENO ORO: gli strategist di Hsbc stanno riducendo la loro esposizione nel metallo giallo di quasi la metà. Prima l’oro era una certezza, mentre ora appare sempre di più come un’incognita. I prezzi, infatti, potrebbero portarsi al di sotto dei 1.600 dollari l’oncia invece che salire ai 2.200 come in molti avevano preannunciato.

2) COPRIRSI CONTRO L’INFLAZIONE: le posizioni lasciate libere dagli smobilizzi sull’oro saranno occupate andando a premunirsi contro il rischio inflazione, che dalla Hsbc vedono come in aumento a causa del mercato emergente e della politica di allentamento monetario adottata negli Usa ed in Giappone. Negli Usa, i TIPS, ovvero i titoli protetti contro l’inflazione, hanno avuto un andamento simile a quello dell’oro, ma molto meno volatile.

3) EQUITY: gli esperti di Hsbc concordano con il trend degli altri analisti. Le azioni avranno un andamento positivo e ne hanno aumentato la quota dell’8%, anche perchè giudicano maggiormente sottovalutate e presto sotto il benefico influsso dell’aumento del rapporto P/E, in particolare, secondo una nota della HSBC quelle europee, anche sul lungo periodo.

4) BOND A BREVE TERMINE: da Hsbc hanno deciso di tagliare la loro allocazione sui bond Usa decennali al 7% rispetto al precedente taglio, che era previsto non maggiore del 3%. In una recente nota hanno infatti scritto: “La volatilità dei titoli del Tesoro a 10 anni ha cominciato ad aumentare nel luglio 2011 ed è rimasta ostinatamente elevata sin da allora”.

5) INCREMENTO MARGINALE DI VALUTA LOCALE SUI BOND DEI MERCATI EMERGENTI: oltre a questo punto troviamo anche la riduzione della moneta forte perchè, con la ripresa dei cicli, è possibile supporre un apprezzamento della moneta locale. La volatilità, infatti è ciò che maggiormente preoccupa e preclude l’opera degli investitori.

Informazioni sull'autore

MatteoT

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central