L’orso russo corre come un Toro

Pubblicato da: MatteoT - il: 03-02-2013 16:00 Aggiornato il: 03-02-2013 14:30

I dati economici della Russia mostrano un Paese che gode di buona salute e che non ha patito i segni della crisi finanziaria degli ultimi anni. Tra i più rappresentativi è possibile osservare come il debito pubblico sia al 9.6% del PIL, con una crescita del reddito annuale che registra un incremento del 4% rispetto all’anno precedente ed un tasso di disoccupazione di poco superiore al 5%.

In tale contesto di espansione sono state avviate dal governo russo una serie di riforme volte a far progredire il settore finanziario ed il mercato dei capitali. Una mossa ritenuta necessaria dai vertici del Cremlino, ma che non sembra sortire gli effetti sperati dopo la fusione tra RTS e il Mecex – i due principali mercati azionari – con la maggior parte delle società russe che continuano a quotare le proprie azioni sulle principali borse internazionali.

Tra le riforme di maggiore importanza in ottica prospettica si conferma comunque l’ingresso nel WTO (World Trade Organization) che secondo le stime della Banca Mondiale dovrebbe determinare un incremento del PIL del 3% nell’esercizio corrente e una crescita dell’11% nel lungo termine.

Un miglioramento che è stato immediatamente colto dagli operatori dei mercati finanziari, come dimostra il movimento di ripresa registrato nel secondo semestre del 2012, ossia quando il processo di ingresso nell’organizzazione internazionale era oramai in dirittura d’arrivo.

Volendo interpretare il movimento con la metodologia di Elliott è possibile osservare come il minimo di giugno 2012 corrisponda ad un’onda “C” troncata, ossia il minimo della gamba ribassista, ben visibile dalle divergenze sugli indicatori algoritmici.

La successiva spinta rialzista è caratterizzata dalle peculiarità dell’impulso rialzista – sostanzialmente completato – che avrebbe come target definito (l’obiettivo di onda “5”) l’area dei 1.700 punti. Un traguardo oramai vicino, corrispondente all’area di massimo registrata nel marzo del 2012.

Fonte: itforum.it

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com