Dollaro canadese: cosa sta accadendo?

Pubblicato da: MatteoT - il: 25-02-2013 11:30 Aggiornato il: 25-02-2013 11:20

I recenti rialzi dei titoli azionari non hanno influenzato minimamente l’andamento del dollaro canadese che, nella scorsa settimana, è sceso al di sotto dei 98 centesimi rispetto al dollaro americano; questo è il livello più basso registrato dallo scorso luglio 2012.

dollaro canadese

Brutta sorte per una moneta che, in altre situazioni, veniva considerata come una petro-moneta, visto che il suo stato di salute dipendeva in tutto e per tutto dall’andamento del petrolio. La situazione di questi ultimi tempi, però, è radicalmente cambiata, tanto è vero che della divisa in questione si parla come di una “econo-mush”, ossia una poltiglia all’interno dell’economia.

I fondamentali del Canada non sono entusiasmanti: la crescita economica del Paese non è riuscita a raggiungere i due punti percentuali in nessun trimestre del 2012 e gli economisti si attendono un + 0,7%, ben lontano dalle previsioni. Le pressioni inflazionistiche, quindi, sono molto basse.

L’outlook canadese non è improntato all’ottimismo, con le esportazioni e gli investimenti che sono rimasti troppo indietro. Tra l’altro, la banca centrale non considera sia urgente aumentare i tassi di interesse, un fattore di certo non positivo per la moneta in questione.

Il dollaro canadese a questi livelli, per gli investitori, ha contribuito a far aumentare le performance degli investitori americani, consentendo loro di compensare le perdite. C’è anche da considerare che l’indice S&P 500 sta superando di gran lunga l’andamento dell’S&P/Tsx, altro indice composito.

Si tratta di una differenza di quattro punti percentuali e che non tiene in considerazione il mercato valutario. Se, però, si guarda allo stesso S&P 500 nei termini del dollaro canadese, il divario in questione sale fino al 7%. In altre parole, il Loonie potrebbe continuare a soffrire, ma la diversificazione sta procedendo bene. Se ci dovesse comunque essere un ulteriore indebolimento, non sarà una sorpresa per nessuno.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com