Calo dello Yen in attesa della BoJ

Pubblicato da: MatteoT - il: 26-02-2013 15:38

Lo yen, da quando in Giappone si sono svolte a metà dicembre 2012 le elezioni anticipate che hanno visto la vittoria di Shinzo Abe, è stata la divisa assoluta protagonista della scena del Forex. L’intenzione del Paese nipponico di svalutare la moneta per favorire le esportazioni ha generato notevoli ripercussioni sul cambio con le principali valute.

✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Forex 2

Lo yen, quindi, è sceso al suo livello più basso degli ultimi tre anni ed allo stesso tempo tutti i rendimenti sui bond giapponesi hanno fatto registrare un brusco rallentamento. Tutto questo è merito, o colpa, dell’imminente nomina del nuovo governatore della banca centrale del Giappone; questa operazione, ricordiamolo, spetta al premier Shinzo Abe.

La valuta asiatica è stata protagonista di un calo di 0,8 punti percentuali rispetto al dollaro, scendendo di conseguenza a quota 94,13 presso il London Stock Exchange. Una performance di questo tipo non veniva riscontrata dal maggio del 2010. Le obbligazioni, invece, fanno segnare un ribasso dello 0,12%.

L’indice Nikkei 225 Stock Average, poi, è aumentato di 2,4 punti percentuali, come non avveniva dal settembre del 2008. La scelta di Abe dovrebbe ricadere con tutta probabilità su Haruhiko Kuroda, attuale numero uno della Asian Development Bank, mentre il ruolo di vice dovrebbe essere assegnato a Kikuo Iwata.

Il nome di Kuroda, per gli investitori che preferiscono le valute straniere, rappresenta una soluzione credibile, visto che gli analisti si sono già spinti nel prevedere una quotazione compresa tra i 95 ed i 100 yen per il cambio con il dollaro americano nei prossimi mesi. Tutto, però, dipenderà dall’atteggiamento della Bank of Japan e dalle misure di allentamento monetario che verranno messe in atto.

Lo yen ha già perso quasi sette punti percentuali quest’anno, diventando in questa maniera la divisa in maggiore calo tra le dieci delle principali nazioni sviluppate che vengono monitorate da Bloomberg. Il secondo peggior declino è stato quello della sterlina britannica (-5,7%). I prossimi giorni saranno più che decisivi per conoscere le sorti della politica economica e monetaria del Giappone.

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.