La volatilità nel Forex: come operare?

Pubblicato da: MatteoT - il: 17-03-2013 10:00 Aggiornato il: 15-03-2013 18:50

Chi opera da un pò di tempo nel mercato del Forex sa bene che il rischio maggiore, quando si hanno posizioni aperte o ordini pendenti, è quello dell’improvvisa volatilità. Un aumento della stessa, spesso, porta i trader ad avere nuove opportunità di trading visto che, il mercato, in questa fase va ad oscillare in maniera enorme.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

Forex 5

Di riflesso, quindi, avremo buone possibilità di guadagno, ma anche di perdita visto i repentini movimenti che si potrebbero generare. Un modo per evitare le perdite è quello di prendere delle necessarie cautele andando, innanzitutto, ad adeguare la propria strategia al fine di compensare il mercato che si muove in modo, sostanzialmente, irregolare.

Il primo aspetto che trattiamo è quello della riduzione della leva finanziaria. Le perdite, in un contesto di forte volatilità, possono assumere delle dimensioni traumatiche e noi, sappiamo bene, che il capitale psicologico è addirittura più importante di quello economico per un trader privato. Gli investitori, quindi, dovrebbero essere consapevoli di quanto la leva può influenzare il portafoglio e, quindi, agire di riflesso.

In condizioni normali di mercato, ipotizziamo che da 2 posizioni si possono guadagnare circa 50 o 100 pips, come ottimo risultato. Durante un periodo più volatile, quando la perdita potenziale è anche raddoppiata, ovvero di 100 se non addirittura 200 pips, occorre considerare tutto un altro rapporto tra guadagno e rischio. Per compensare il rischio stesso occorre pensare di aprire delle posizioni di trading più piccole.

Un secondo “trucchetto” interessante è quello di utilizzare degli stop loss più “severi”. Usare stop loss stretti, molto spesso, non è consigliato perché si potrebbero innescare una serie di operazioni chiude in perdita. In un contesto di volatilità, invece, uno stop loss posto a meno pips dal punto di ingresso consente di controllare e minimizzare il rischio per la posizione aperta.

L’impostazione dello stop loss dipende, in questo caso, da quanto si vuole investire nel mercato e da quanto si vuole rischiare, cosa che varia da persona a persona. E’ in ogni caso fondamentale riuscire ad investire al meglio e controllare gli stop loss.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scarica
X
E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

etoro

Investi con fiducia sulla piattaforma leader mondiale di social trading

Il modo più intelligente per investire,  copiare automaticamente i trader più esperti.

Questa è la rivoluzione del social trading di eToro.

Condividi sulla community le tue strategie di trading e utilizza la funzione di CopyTrader™.

Ricevi $100.000 per fare pratica e migliorare le tue capacità di trading

Un portafoglio virtuale, che ti consente di fare pratica senza rischi.

Il 75% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo provider. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi