Trading Forex: le performance migliori e peggiori del 2017

Pubblicato da: TommasoP - il: 02-01-2018 16:10 Aggiornato il: 02-01-2018 16:11

All’inizio del nuovo anno, non possiamo non tirare le somme di quello che è stato l’anno appena concluso per i mercati finanziari.

Non possiamo non considerare le migliori performance come anche quelle che potremmo definire le peggiori per il mercato più liquido al mondo.

Sappiamo anche che il 2017 è stato considerato come l’anno delle performance, sia per il mercato forex sia anche per altri mercati come ad esempio i Bitcoin.

Nello specifico oggi analizzeremo quelle che sono considerate le maggiori performance nel mercato forex e che come ben sappiamo ha visto dominare l’euro e calare il dollaro.

Ma vediamo meglio di capirci di più in questa breve analisi.

forex-trading0

forex-trading: le migliori e peggiori performance. Grafico

Forex: quali sono le performance migliori e peggiori del 2017

Una domanda che in molti si potrebbero porre prima di iniziare un nuovo anno di investimenti potrebbe essere: quali sono state le migliori e le peggiori performance dei cambi del Forex del 2017?

Una domanda di non poco conto se si considera che il l’anno appena passato è stato un anno dominato dall’euro (EUR) che si è fatto apprezzato contro tutte le altre valute.

Da qui possiamo anche vedere che il dollaro americano (USD) invece si è per forza di cose deprezzato, spinto anche da una forte pressione che lo ha caratterizzato.

Il concetto di cui maggiormente abbiamo sentito parlare nel corso del 2017 è stata la possibile parità tra le 2 valute, presto abbandonata con l’avvicinarsi del nuovo anno, come anche quella del pareggio fra euro e sterlina (GBP) la quale invece nel corso del 2017 ha fatto molto discutere, anche se poi non ha mai visto la luce.

Questo lo si deve in modo particolare alle buone performance del pound.

Vi è anche da considerare che oltre al dollaro americano, anche il dollaro neozelandese (NZD) se non anche lo yen (JPY) sono apparsi in difficoltà.

Al contrario, abbiamo potuto registrare delle ottime prestazioni del dollaro canadese (CAD) e del dollaro australiano (AUD).

Forex: quali sono state le 5 migliori performance del 2017?

In merito ai cambi del Forex la miglior performance che abbiamo registrato è senza dubbio quella di EUR/USD, che da inizio anno ha guadagnato il 13,45%.

Infatti oggi ( 2 gennaio ) essa fa registrare un tasso di cambio che pari a 1,0532.

Diversi analisti confermano quanto ancora non si è avverato nel 2017, ovvero il pareggio fra le 2 valute.

In questo anno, però vi potrebbero essere alcuni fattori moto importanti come ad esempio le vicende di Trump e la ripresa economica dell’eurozona. Sono eventi che hanno iniziato già alla fine del 2017 e che possiamo dire vedranno il 2018 portare la coppia EUR/USD a un notevole rialzo fino a raggiungere 1,20 nel mese di settembre.

Un’altra delle migliore performance invece vede come protagonista ancora una volta l’euro, ma nei confronti del dollaro neozelandese. In particolare si tratta del cambio EUR/NZD, che ha avuto un rialzo dell’11,37%.

In questo caso si deve far rispettare il trend crescente che è stato piuttosto costante e ha subito un’impennata proprio a cavallo dei giorni successivi alla nomina di Jacinda Ardern come premier della Nuova Zelanda.

Anche un’atra coppa di valuta ha fatto ottenere delle ottime performance.

In questo caso, parliamo della coppia euro yen giapponese, che ha fatto registrare un aumento del 9,68%.

Lo yen infatti sembra aver perso l’appeal, sia considerata come valuta rifugio, sia anche considerata come valuta per il carry trade, proprio a vantaggio dell’euro.

Oggi possiamo dire che sia l’euro, sia anche la valuta giapponese fanno registrare dei tassi di interesse molto bassi.

Alla quarta performance annale, invece possiamo inserire la coppia euro franco svizzero.

Come potrai notare, ancora una volta il protagonista è l’euro, anche se questa volta nei confronti di una valuta molto cara agli italiani, per diversi motivi.

Il cambio EUR/CHF si è infatti portato al rialzo del 9,07%.

Oggi il franco svizzero condivide insieme anche allo yen lo status di valuta rifugio, che in tempi di crisi economica perde appeal in favore di asset più redditizi.

Infine, il quinto posto ha come soggetti principali il cambio GBP/USD, che ha ottenuto un +8,97%, fermando almeno momentaneamente l’effetto Brexit.

Infatti se durante il 2017 la sterlina non è apparsa in grande difficoltà come anche non vi è stato indiscrezioni sul raggiungimento di un accordo con l’Unione Europea.

In breve si è proceduto ad aiutare il pound ad apprezzarsi, anche se sia stata una valuta molto volatile, soprattutto quando le voci del negoziato con l’UE sembravano portare a un impasse.

Quali sono state le 5 peggiori performance del 2017 nel mercato forex?

Al contrario dell’analisi precedente, adesso passiamo ad analizzare quelle che potremmo definire come le peggiore performance fra i cambi del Forex.

In sostanza, quella che ha visto una differenza minore rispetto al 2 gennaio 2017, come coppia valutaria è stata quella del cambio GBP/AUD, la quale ha visto un rialzo del solo +0,78%.

Il rapporto esistente tra queste valute ha da una parte avuto delle oscillazioni durante l’anno con un massimo di 1,7997 (dicembre) e un minimo di 1,5892 (marzo). Nonostante questo però possiamo dire che il valore corrente non si distanzia molto da quota 1,7128 di inizio anno.

Ancora, proseguendo la nostra classifica negativa troviamo la seconda posizione, occupata dal cambio NZD/JPY, che ha subito una flessione dell’1,58%.

Tutte e due le valute, sono state in difficoltà durante l’anno appena conclusosi, con lo yen che ha leggermente prevalso sulla valuta neozelandese.

Ancora continuando nella scalata negativa abbiamo al 3° posto ancora una volta protagonista il dollaro neozelandese, in rapporto però questa volta al franco svizzero.

Il cambio NZD/CHF ha registrato infatti una flessione del -1,72%, facendo registrare l’attuale tasso di cambio non molto discostante da quota 0,7057 di gennaio 2017.

Alla quarta posizione invece abbiamo il cambio GBP/CAD, ovvero il cambio sterlina dollaro canadese che ha ottenuto un rialzo del 2,12% a causa del buon andamento durante l’anno di entrambe le valute.

Il 2017 ha visto infatti il pound apprezzarsi leggermente di più della valuta del Canada.

Infine al 5° posto della nostra analisi negativa non possiamo non trovare, tra le coppie che hanno fatto registare peggiori performance la coppia NZD/USD.

Il cambio questa volta comprende il dollaro neozelandese con il dollaro americano che ha avuto un rialzo del 2,14%.

Nonostante entrambe le valute non abbiano vissuto un buon rendimento durante l’anno appena passato, la valuta neozelandese ha superato quella statunitense. In sostanza, in termini di performance è risultata essere la peggiore fra i cambi del Forex.

Come investire nel Trading Forex?

Ecco uno dei motivi per il quale in tutto il 2017 abbiamo meglio consigliato di investire nel trading forex.

In questo senso si deve poter considerare che il trading online in modo particolare sul mercato valutario, offre un duplice vantaggio:

  • ottenere un profitto sia quando il prezzo sale sia anche quando esso scende.

In questo caso, se investite sulle coppie appena descritte in precedenza, a prescindere dal livello di performance registrare, potrai ottenere un profitto. Potrai in breve investire al rialzo sulle coppie che hanno fatto registrare maggiori performance e investire al ribasso sulle altre.

Ricordiamo infine anche che non è possibile detenere direttamente valute ma si può solo investire su questo mercato con il trading Forex ovvero comprando una valuta e allo stesso tempo venderne un’altra.

Per altro utilizzando piattaforme di trading online regolamentate ed autorizzate avrai la possibilità di investire nel trading in modo sicuro e professionale.

Nota anche che se non sei un esperto trader nel mercato forex, puoi utilizzare il conto demo che esse ti mettono a disposizione per fare pratica.

Trading Forex su IQ Option

IQ Option trading cfd su Forex

IQ Option trading CFD su Forex

Ad esempio, IQ Option ti offre un conto demo gratuito da 1000 € che non è poco considerando che esso ti offre la possibilità di effettuare trade minimi da 1 € e la possibilità di aprire un conto reale con appena 10 €.

CONTO DEMO

Apri un conto Demo IQ Option

Prova il trading forex con il conto demo gratuito da 1000 € IQ Option! IQ Option ti permette di investire con un conto reale con appena 10 € di deposito e con trade minimi da 1 €

Ti potrebbe anche interessare: IQ Option Trading CFD: novità 2017 –  demo – recensioni

Trading Forex con eToro

-copyfundetoro-

Vi è anche la possibilità di utilizzare un altro tipo di broker, eToro, il quale ti offre un conto demo gratuito ed illimitato ma con trade minimi di importo superiore rispetto a IQ Option.

Molti utilizzano questo broker perché sono attratti dal social trading e dal copy trader, ovvero un sistema che ti permette di investire nel trading Forex condividendo con altri trader le strategie e apprendere da essi, come anche copiare le performance degli altri trader.

Nota anche che puoi scegliere di copiare per intero i trader e allo stesso tempo replicare le loro performance.

Questo vuol dire che anche se non sei un trader esperto, puoi sfruttare il sapere e la conoscenza degli altri trader per ottenere un guadagno.

Tutto quello che devi fare è scegliere i trader che hanno fatto registrare le migliori performance e investire su di essi.

CONTO DEMO

Apri un conto Demo eToro

Prova il trading forex con il conto demo illimitato di eToro; eToro ti permette di guadagnare con il copy trading e il social trading.

Maggiori dettagli sono disponibili su:

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
eToro
eToro OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
ITRADER
ITRADER OpinioniConto demo
DUKASCOPY EUROPE
DUKASCOPY EUROPE OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com