Forex: cos’è, e come fare trading valutario

Pubblicato da: Luca M. - il: 14-11-2007 3:41 Aggiornato il: 03-05-2016 9:54

In questa guida vi illustreremo il miglior modo per iniziare a fare trading Forex, partendo proprio dalla base, per capire innanzitutto cos’è il Forex, come adoperare con esso ma sopratutto quali sono i rischi legati al Forex quando si utilizzano broker non regolamentati

[anchor-link id=”cosaeforex”]

Cosa è il Forex

Il forex non è altro che il mercato dei cambi mondiale, e proprio qui le valute vengono acquistate e vendute, 24 ore su 24, dal lunedì al venerdì.

Nel forex ci sono 4 gruppi di investitori importanti:

  1. imprese private;
  2. banche;
  3. istituzioni governative;
  4. traders.

Tutti insieme, ogni giorno, riescono a sviluppare un volume di scambi che arriva a superare anche 1.5 trilioni di dollari, una cifra impressionante che fa capire l’importanza di questo mercato.

Il mercato Forex è nato nel 1971, in seguito all’abolizione del sistema dei cambi fissi, determinando i tassi con una nuova formula, quella che prevede l’incontro della domanda e dell’offerta. I centri operativi importanti del Forex sono:

  1. Hong Kong;
  2. Singapore;
  3. Tokyo;
  4. New York;
  5. Parigi;
  6. Francoforte.

[anchor-link id=”faretradingforex”]

Come fare trading Forex 
forex online

Come detto in precedenza, il Forex è un mercato che opera 5 giorni su 7 , 24 ore su 24 ed è caratterizzato da una forte liquidità. Questi vede l’apertura dei battenti il lunedì ora australiana, per terminare poi il venerdì pomeriggio ora di New York.

Proprio per queste sua caratteristiche particolari, il Forex acquista il nome di mercato libero andando ad influenzare ogni cambiamento dell’economia mondiale, a seconda del suo andamento.

Le notizie che emergono dal mercato del forex, vanno ad incidere in maniera importante su 2 componenti fondamentali dell’economia mondiale:

  1. il commercio che si effettua tra gli stati;
  2. i tassi d’interesse.

Le sirene del Forex attirano non solo gli investitori, ma anche gli stessi broker; e la risposta è molto semplice, visto che si tratta di un mercato no-fee, coloro che fanno da intermediari, ovvero i broker, non ricevono commissioni, e questa cosa spinge gli investitori a contattarli e a movimentare il mercato.

Ma quindi cosa ci guadagnano i broker? Semplice, questi traggono il loro utile dagli spread, che non è altro che la differenza tra quello che è il prezzo di acquisto della valuta e quello che poi viene decretato per la sua vendita, fissato appunto dai broker stessi.

[anchor-link id=”valuteforex”]

Le valute del mercato Forex

Il mercato Forex, presenta una serie di valute, che vengono scambiate freneticamente ed è per questo motivo che hanno un ordine particolare che prevede delle caratteristiche identificative.

  • In primis un codice identificativo per capire di che valuta si sta parlando. Si tratta di un codice di sole 3 lettere, per facilitare così gli scambi, velocizzandoli al massimo.

Tra le valute maggiormente utilizzate nel mercato Forex, abbiamo:

  1. Dollaro americano, indicato con il codice USD;
  2. Euro viene detto EUR;
  3. Pounds inglese identificato con la sigla GBP;
  4. Franco Svizzero CHF;
  5. Yen Giapponese JPY;
  6. Dollaro Australiano AUD;
  7. Dollaro Canadese CAD.

Per quel che riguarda l’andamento dei prezzi e quindi il funzionamento del mercato, il sistema è molto semplice. Tutto è strutturato sulla quotazione in coppia delle valute.

La prima valuta viene chiamata valuta base, mentre la seconda prende il nome di quota. Tutti i prezzi sono quotati in Pips, ovvero percentuali in punti.

Ogni valuta viene scambiata in piccole unità, per esempio il dollaro USA è scambiato in ben 4 unita e altrettanti decimali; con questa seconda unità che viene denominata appunto Pip.

I Pips, hanno diverso “size di pips”, e quindi il dollaro statunitense ha in pips 0,0001, mentre lo yen giapponese in din pips del valore di 0,01. Dunque il valore di un pip si assegna a seconda della misura del lotto e allo stesso tempo della valuta accoppiata.

[anchor-link id=”levaforex”]

Leva finanziaria e trading Forex

online-forex-trading

Passiamo ora ad esaminare cos’è la leva Finanziaria nel Forex, cercando di inquadrare bene la sua funzione.

La prima cosa da dire è che si tratta di un elemento importantissimo, che determina la spinta degli investitori a muovere il mercato; questo perché i broker offrono un elevato leverage, determinato dalla volatilità delle valute più importanti, che è rappresentato da meno dell’1%.

L’effetto leva è espresso con un rapporto di 100:1, e questo vuole dire che si può controllare un’attività che ha un valore pari a 100 volte il deposito. Questo viene definito come “margin account”.

Per comprendere meglio il concetto, facciamo un esempio.

Se il margin account è pari all’1%, allora con un deposito di 1000 €, si va a controllare un movimento di 100.000 €. Per riuscire ad operare bene nel mercato del Forex, bisogna capire bene le dinamiche e tutto ciò che riguarda la leva.

Le leve sono differenti a seconda di ciò che si vuole fare e dipendono dal broker di cui ci si serve. Solitamente la leva è compresa tra un margine di 50:1 fino ad arrivare a 200:1.

Ciò che importa però è saper usare la leva in maniera accorta, visto che come sempre in tutte le cose, ci sono i pro e i contro. Infatti, se da un lato c’è la possibilità di guadagnare somme importanti, dall’altro rischiano di perdere denaro come spesso accade.

Per maggiori approfondimenti sulla Leva Finanziaria, consigliamo la lettura dei seguenti argomenti:

[anchor-link id=”irischidelforex”]

I rischi del Forex

Infine, un ultimo accenno per avere un quadro completo su cos’è il Forex, deve essere fatto in merito ai rischi legati al Forex.

Il mercato Forex, non ha una sede fisica ed è per questo che viene definito come mercato OTC. Questo mercato ha un volume di scambi dell’85%, ed è un mercato dove sono effettuati i grossi volumi di scambio valutario.

Tutti gli scambi che sono fatti solo a scopo speculativo e hanno tra i protagonisti gli istituti bancari e i broker. Queste transazioni sono al 95% solo speculazioni, mentre solo il 5% è effettuato tra le imprese e gli Stati. I rischi si nascondono dietro l’angolo è possono essere rappresentati dalla scelta del broker, che per evitare qualsiasi problema deve essere regolarmente registrato; meglio se associato ad una società di assicurazioni o ad un grosso gruppo bancario.

Ci sono poi i rischi legati al tasso di cambio che varia a seconda di quelli che sono i prezzi della valuta determinati in quel periodo di tempo; oltre a quelli legati al tasso di interesse, calcolato sulla base delle discrepanze che ci sono tra i tassi di interesse dei 2 paesi che rappresentano la valuta che è quotata nel mercato forex.

C’è poi il rischio di credito, ovvero la possibilità che alla fine della transazione, non si riesca ad onorare il debito che si è contratto. Questo però si verifica molto di rado soprattutto se ci si affida ad un broker serio.

Per maggiori approfondimenti sui rischi legati al Trading Forex, consigliamo la visione del seguente post: Vantaggi e svantaggi del Forex

[anchor-link id=”Miglioribrokerforex”]

Migliori Borker Forex

Di seguito vi proponiamo una serie di broker, testati dal nostro staff tecnico composto da economisti e trader esperti. Abbiamo deciso di selezionare solo i migliori broker regolamentati ed autorizzati. LA maggior parte di questi hanno ottenuto tutti licenza CySEC e CONSOB.

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Plus500 Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IQ Option Deposito: 10 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Alvexo Deposito: 500 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Libertex Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
AvaTrade Deposito: 100 €
Licenza: Central Bank of Ireland
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XM.com Deposito: 5€
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 10 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
FXGM Deposito:
Licenza:
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Trade.com Deposito: 100 €
Licenza: CySEC - FCA
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Fare trading Forex con uno di questi broker vuol dire fare trading in modo serio ed affidabile; è questo l’unico modo per guadagnare con il Forex e non incorrere in rischi legati a truffe da parte dei broker.

  • Per un confronto maggiore, consigliamo la lettura sulle recensioni complete di tutti i broker, presenti sul nostro portale alla voce Borker Forex & CFD
  • Una volta scelto il broker adatto al tuo stile di trading, potrete provare a fare trading con le migliori strategie Forex, presenti sul nostro blog.

<< Torna alla categoria Forex trading online  <<

>> Lezione successiva: LEZIONE 2 – come fare trading con il Forex >>

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com