Standard & Poor’s taglia rating a Grecia e Portogallo

Pubblicato da: Luca M. - il: 29-03-2011 15:24

L’agenzia Standard & Poor’s ha tagliato oggi il rating di due paesi europei: la Grecia facendolo passare da BB+ a BB- ed il Portogallo che passa da BBB a BBB-. In entrambi i Paesi l’outlook diventa negativo.

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

Nella nota che accompagna la doppia decisione dell’agenzia, si sottolinea come le conclusioni del Consiglio Europeo del 24 e 25 marzo “definendo i termini in base i Paesi possono chiedere prestiti al Meccanismo Europeo di Stabilità (Esm), confermano le nostre previsioni che la ristrutturazione del debito sovrano sia una pre-condizione potenziale per i prestiti del Meccanismo e che i titoli pubblici senior unsecured saranno subordinati ai prestiti Esm“.

Per Lisbona, S&P osserva come – alla luce di un limitato accesso al credito e di un notevole fabbisogno finanziario, “è probabile che il Portogallo chieda di accedere all’Efsf prima e poi all’Esm“. Visto il percorso stimato per il debito pubblico – che dovrebbe cominciare a calare dal 2013 – l’agenzia non crede che Lisbona debba ristrutturare il proprio debito.

L’andamento del Pil di Lisbona resta comunque – secondo S&P – “molto incerto” e “dipenderà in modo significativo dalla capacità dell’economia portoghese, piuttosto piccola e chiusa, di aumentare le esportazioni rispetto all’attuale livello” del 30% del Pil.
Sullo scenario di Lisbona, inoltre, pesa l’incertezza politica, con le prospettive di elezioni anticipate. .

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.